• Google+
  • Commenta
17 febbraio 2006

Teramo: al via il master sui parchi e le riserve naturali

Scade il 24 febbraio prossimo il termine per l’iscrizione al Master universitario di primo livello in Gestione dello sviluppo locale nei Parchi e nellScade il 24 febbraio prossimo il termine per l’iscrizione al Master universitario di primo livello in Gestione dello sviluppo locale nei Parchi e nelle Riserve naturali (GESLOPAN), un’iniziativa didattica dell’Università degli Studi di Teramo nata dall’insieme delle competenze delle Facoltà di Agraria, di Medicina veterinaria e di Scienze politiche, in collaborazione con l’Ente Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, il Comune di Montorio al Vomano, la Provincia di Teramo e la Regione Abruzzo.
Il Master, attivato per il terzo anno consecutivo e coordinato da Antonello Paparella, della Facoltà di Agraria, è rivolto a un ampio ventaglio di aspiranti. Per l’accesso è, infatti, richiesta una laurea di primo livello in una delle seguenti aree: Scienze dell’ambiente e del territorio; Agraria-veterinaria-Scienze e tecnologie alimentari; Sociologica e delle comunicazioni; Giuridico-politica; Biologico-chimica; Economica; Scienze del turismo. Potranno, inoltre, essere ammessi con riserva anche candidati che conseguiranno il titolo entro la sessione straordinaria dell’anno accademico 2004/2005.
Le lezioni avranno inizio il 20 marzo a Montorio al Vomano, nei locali del Cedap – il Centro di documentazione delle aree protette del Parco Gran Sasso-Laga – e si concluderanno a luglio. Nel periodo da agosto a ottobre 2006 è previsto uno stage, mentre la prova finale si terrà a novembre.
Per informazioni si può consultare il sito di Ateneo www.unite.it, inviare una e-mail alla segreteria organizzativa (mastergeslopan@unite.it) o telefonare ai seguenti numeri: 0861.266944/266938/266793 – Fax 085.8071509.
Il Master universitario di primo livello in Gestione dello sviluppo locale nei Parchi e nelle Riserve naturali intende formare professionalità con competenze di marketing territoriale, capaci di orientare il turismo culturale, di valutare, sul piano scientifico e tecnologico, le risorse naturali e alimentari dei parchi, di conoscere tecniche di gestione e sviluppo delle risorse naturali. Figure professionali, altamente specializzate, capaci di programmare e gestire lo sviluppo sostenibile dei Parchi e delle aree protette.
Il percorso formativo privilegia gli aspetti applicativi, con l’obiettivo di adeguare i contenuti scientifici, economici e sociologici alle finalità dei programmi di sviluppo, potenzialmente realizzabili nel territorio protetto.
Il Master, che conferisce sessanta crediti formativi, è articolato in cinque aree tematiche: Sociologia dell’ambiente; Gestione e sviluppo delle aree protette; Sostenibilità delle produzioni agricole e zootecniche nelle aree protette; Gestione e valorizzazione delle risorse naturali ed alimentari; Creazione d’ impresa nei parchi e nelle riserve naturali.

Google+
© Riproduzione Riservata