• Google+
  • Commenta
23 marzo 2006

Ferrara: passato e futuro della terra raccontati dall’Antartide

Prosegue il ciclo de “I Venerdì dell’Universo” all’Aula Magna A. Drigo dell’Università di Ferrara, in via Paradiso, 12. Domani, vene

Prosegue il ciclo de “I Venerdì dell’Universo” all’Aula Magna A. Drigo dell’Università di Ferrara, in via Paradiso, 12. Domani, venerdì 24 marzo, alle ore 21, Massimo Coltorti guiderà il pubblico in un’avventura nella lontana terra dei ghiacci, affascinante luogo che nasconde in sé la storia e l’evoluzione del nostro clima.

Ad accompagnare la platea nella scoperta di quello che è stato definito il “sesto continente” sarà il Professor Coltorti, che illustrerà la sua esperienza in questa terra, dove si è recato l’anno scorso operando come geologo. “L’Antartide si presta a svariate linee di ricerca, come la biologia, l’astrofisica e la geologia – spiega Coltorti -. Nelle profondità di questo continente infatti sono contenute preziose informazioni sull’evoluzione della vita e del clima della Terra”. Gli studi dell’Antartide hanno consentito, per esempio, di ricostruire la storia del clima del nostro Pianeta fino a circa 400 mila anni fa. Soltanto una delle numerose informazioni racchiuse in questo luogo e che il Professor Coltorti descriverà domani sera.

Massimo Coltorti è professore presso l’Università di Ferrara, ordinario di Petrografia e Petrologia del Dipartimento di Scienze della Terra. Autore di numerosi testi scientifici e pubblicazioni specialistiche, si è recato lo scorso anno in Antartide, luogo dove ha condotto studi geologici nella base francese di Dumont D’Urville.

Google+
© Riproduzione Riservata