• Google+
  • Commenta
15 marzo 2006

Parma: seminario sulla “strategia di lisbona”

Venerdì 17 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 16.30, presso l’Aula Jean Monnet del Collegio Europeo di Parma (Borgo Tanzi 38/b), si svolgerà il semin

Venerdì 17 marzo, dalle ore 9.00 alle ore 16.30, presso l’Aula Jean Monnet del Collegio Europeo di Parma (Borgo Tanzi 38/b), si svolgerà il seminario “Una “nuova” Europa? Una riflessione economica sulla Strategia di Lisbona”.
Il seminario è organizzato dalla “Cattedra Jean Monnet” dell’Università di Parma, con la collaborazione del Dipartimento di Economia e con il patrocinio di: Regione Emilia-Romagna, Fondazione Collegio Europeo di Parma, Camera di Commercio di Parma e Rappresentanza in Italia della Commissione Europea.
Questo seminario, che si terrà pochi giorni prima del Consiglio europeo “di primavera” 2006 – il summit dei Capi di Stato e di governo annualmente dedicato alle riforme economiche – intende discutere il futuro della Strategia di Lisbona. Esso offrirà così l’occasione per scambiare opinioni e punti vista sulle prospettive economiche dell’UE.
L’Unione Europea è entrata nel XXI secolo con un ambizioso programma decennale di riforme economiche e sociali, conosciuto come Strategia di Lisbona. Gli anni successivi, in verità, hanno visto molti Paesi – a cominciare dai più grandi – alle prese con una bassa crescita economica, una insoddisfacente dinamica della produttività e, ancor più in profondità, uno scarso utilizzo del “capitale umano” e un sotto-investimento in ricerca e sviluppo (R&S). E’ stata la stessa mid-term review condotta dalla Commissione europea nel 2005 a porre in rilievo come la maggioranza degli Stati membri non avesse raggiunto i fondamentali obiettivi di questa Strategia, trovandosi assai distante dai target stabiliti.
In particolare, la sessione del mattino, che seguirà ai saluti del Rettore dell’Università di Parma, prof. Gino Ferretti, e del Presidente del Collegio Europeo di Parma Cesare Azzali, è dedicata a valutare le più recenti performance dell’UE – vista sia nel suo insieme sia a livello di singoli Stati membri – sulla via delle riforme. Interverranno: Franco Mosconi, Riccardo Faini, Aurore Wanlin e Francesco Daveri.
Nel pomeriggio, alti funzionari della Commissione europea di Bruxelles – Fabio Colasanti, Marcel Canoy, Gert Jan Koopman e Pier Virgilio Dastoli – approfondiranno la discussione sulle questioni-chiave emerse nel corso dell’implementazione della Strategia di Lisbona al fine di trarre utili insegnamenti per i prossimi anni.

Google+
© Riproduzione Riservata