• Google+
  • Commenta
31 marzo 2006

Valentino ritorna alla Yamaha 2005

La Yamaha 2006 sarà ”buttata” via? Problemi grossi alla Yamaha. La debacle generale della casa di Iwata al Gp di Spagna a Jerez ha rich

La Yamaha 2006 sarà ”buttata” via? Problemi grossi alla Yamaha. La debacle generale della casa di Iwata al Gp di Spagna a Jerez ha richiesto lavoro extra a Valentino Rossi, pilota faro della casa giapponese.

A Jerez, Rossi ha lavorato anche nel giorno successivo al GP per capire problemi e raccogliere dati importanti per lo sviluppo della M1 2006, moto promettente ma ricca di problemi, soprattutto all’avantreno.

Rossi, una settimana prima del GP, aveva messo le mani avanti. Difficile capire quali siano le ragioni di questo problema: si pensava che fossero le gomme Michelin e invece no. Si sospetta anche di problemi aerodinamici, errori fatti in fase di design della nuova YZR M1 2006.

“Speravo di risolvere alcuni guai seri – aveva detto alla vigilia del Gp – ma non ci sono riuscito e resto molto preoccupato in vista della prossima gara. Le vibrazioni non se ne vanno e non so che pesci pigliare”.

“Yamaha e Michelin – aggiunge Rossi – hanno fatto un gran lavoro provando e riprovando assetti differenti ma sono ancora lento. Ormai non c’è più tempo per modifiche fino alla gara. Siamo sempre stati veloci nel prestagione, ora le cose sono peggiorate”.

Dopo i test all’indomani della gara, Davide Brivio, il team manager yamaha fa il punto: “Abbiamo deciso di riportare Valentino in sella alla M1 2005 per capire le differenze tra la vecchia moto, ottima, e la nuova. La 2005 è ancora meglio della nuova ma la 2006 ha più margine e fa i tempi migliori”.

“Siamo certi – dice Brivio – che Vale abbia apportato già delle importanti modifiche alla 2006 in modo da poterci gareggiare in Qatar”. Il prossimo Gp si terrà a Doha in Qatar il prossimo 8 aprile.

Google+
© Riproduzione Riservata