• Google+
  • Commenta
20 aprile 2006

Champions League: Milan vs. Barça 0-1

Notte di Champions League, notte di festa, notte di stelle e di applausi. Stadio Giuseppe Meazza in San Siro, Milano. Pieno in tutti gli ordini di posNotte di Champions League, notte di festa, notte di stelle e di applausi. Stadio Giuseppe Meazza in San Siro, Milano. Pieno in tutti gli ordini di posti. Incasso da record, il quarto di sempre in Italia. In scena ci sono Milan e Barcelona, il meglio del fútbol odierno, le squadre che offrono maggior spettacolo, che danno più spazio all’estetica, alla fantasia. Gli applausi si sprercano, sono tanti e rumorosi. Mai abbastanza quando a riceverli è il Signore della pelota: Ronaldo de Assis Moreira sbarca sul verde (beh, non esageriamo . . .) prato della Scala e si mostra in tutta la sua grandezza. Anche nella sua umanità, quando al minuto 20 circa, riceve palla da una rimessa laterale di Gio e sbaglia il controllo clamorosamente. Fino a quel momento a fare la partita era stato il Milan, capace di creare due palle-gol con Gilardino e Shevchenko; gli uomini di Franklyn Rijkard avevano giocato di rimessa, sbattendo regolarmente contro la linea Stam-Nesta-Kaladze-Serginho. La gara era tesa e l’arbitro francese Alain Sars la aveva controllata fischiando anche troppi falli. Poi si è svegliato il fenomeno, ha preso palla, ha puntato Gattuso ed ha saltato lui e Nesta con un doppio passo da favola, prima di cambiare gioco verso la destra. È stato l’inizio dello show. Mentre Kaka latitava ed il Milan perdeva terreno e padronanza del campo, Ronaldo Gaucho incantava con le sue trovate spettacolari, ma sempre funzionali al gioco: un dribling per guadagnare la superiorita numerica, una serie di leziosità per uscire con la palla ancora ai piedi tra i titani della retroguardia rossonera, un cambio di gioco di 40 metri per attivare un contropiede. Nessuna occasione da rete creata, però la gioia di San Siro per il sorriso stampato sulla faccia da cartone animato del Pallone d’Oro.
Il secondo tempo ha seguito la stessa linea: un buon Milan, che macinava gioco, ma non impensieriva l’insicuro portiere avverso; un ottimo Barça, che affidava la palla al suo fuoriclasse e sperava. Il risultato di tutto ciò si riassume nel sugo dell’intera gara. Una azione spettacolare del Milan si conclude con il Gila che manda la palla sul fondo a Valdés battuto. Una palla come tante altre arrivata sui piedi del 10 blaugrana, spalle alla porta, con Stam Gattuso Pirlo Kaladze che pressano, lui si libera e senza guardare lancia in profondità; il suo genio aveva previsto l’inserimento di Giuly, che da posizione defilata calcia e batte Dida, senza che Nesta possa opporsi. 1-0.
Qui gli spagnoli segnano la differenza, umiliano il Milan, imponendo uno sterile torello ai vice-campioni d’Europa, sfiorando il raddoppio con un’altra giocata da favola di Ronaldinho, che centra il palo interno. Il Milan per una ventina di minuti è inerte. Entrano Maldini (che sfiora la rete di testa nel finale), Ambrosini (anche per lui occasione da rete, sciupata a tu per tu con Valdés) e Cafú, inserimento nettamente ritardato quest’ultimo, visto che Stam (ottimo in fase di contenimento) non eccelle quanto a spinta ofensiva e non è in grado di crossare. Il Barça gestisce con estrema serenità, inserisce Belletti per Giuly, poi anche Motta e Maxi López, che al 90’ da il cambio che regala a Ronaldinho la standing ovation ed il forte abbraccio di Rijkard. Il Milan cerca di reagire con ordine, senza perdere la testa. Kaká si è svegliato per il finale, ma dopo una progressione delle sue, spreca con un tiro da dimenticare, Sheva lotta senza sosta, Seedorf tiene la squadra unita, Maldini suona la carica. Ma la gara termina con la palla tra i piedi dei catalani.
Dopo due anni e sette mesi, San Siro cade in Europa. Ad espugnarlo l’avversario più forte che vi abbia messo piede in questo lasso di tempo. Ed il campione più grande. Il verdetto della semifinale non è ancora stato emesso. Lo farà il Nou Camp.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy