• Google+
  • Commenta
26 aprile 2006

Uniud: Guido Guidi incontra gli studenti di Scienze e tecnologie multimediali

Guido Guidi, uno dei maggiori rappresentanti della fotografia italiana in ambito internazionale, incontrerà gli studenti del Corso di laurea inGuido Guidi, uno dei maggiori rappresentanti della fotografia italiana in ambito internazionale, incontrerà gli studenti del Corso di laurea in Scienze e Tecnologie Multimediali dell’Università di Udine, martedì 2 maggio alle 14, presso l’aula 8 del Centro Polifunzionale di Pordenone di via Prasecco. Guidi è ritenuto da molti il fotografo italiano che più d’ogni altro ha esplorato i confini del nostro paesaggio contemporaneo e che ha saputo individuare e raccontare poeticamente anche le più piccole tracce umane nella modificazione dell’ambiente. Egli si colloca come vero e proprio faro nel moto di profondo rinnovamento della fotografia italiana contemporanea inaugurato con la mostra “Viaggio in Italia” progettata, nel 1984, da Luigi Ghirri come sorta di nuovo atlante per immagini sull’idea del paesaggio italiano. Agli studenti di Scienze e Tecnologie Multimediali è offerta l’opportunità di affrontare una riflessione concettuale sulla fotografia, in maniera diametralmente opposta rispetto all’uso commerciale delle immagini; un mondo osservato dall’occhio vitreo dell’obiettivo ma fermato da un cuore pulsante e trasparente, senza filtri di sorta. Guido Guidi, è bene ricordarlo, ha esposto al Guggenheim Museum e al Whitney Museum di New York, al Centre Pompidou di Parigi e alla Biennale di Venezia e i suoi lavori sono stati oggetto di prestigiose pubblicazioni, in libri e cataloghi specializzati. Attualmente insegna all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia e all’Accademia di Belle Arti di Ravenna e fa parte del Comitato scientifico del progetto “Linea di confine per la fotografia contemporanea”, nato nel 1990 per iniziativa del Comune di Rubiera (RE), di un gruppo di amministrazioni pubbliche e della Provincia, come serie di indagini fotografiche sul territorio reggiano. Dal 2000, un gruppo allargato di comuni ha costituito l’Associazione culturale “Linea di Confine per la Fotografia Contemporanea” con sede a Rubiera. Ci si è avvalsi del contributo di Guido Guidi, il quale, prima della costituzione di Linea di Confine, aveva condotto un “Laboratorio di fotografia” nel 1989, vera e propria officina d’idee impostasi, nel panorama italiano, come strumento innovativo di diffusione della cultura fotografica, grazie alla costruzione di un comune progetto condiviso con giovani autori. Realizzare con continuità rilievi fotografici su aree del territorio emiliano affidando l’incarico ad autori della più qualificata fotografia nazionale e internazionale, creare un’innovativa collana di pubblicazioni di fotografia e promuovere la ricerca fotografica attraverso l’originale esperienza dei Laboratori: queste le linee guida del progetto sempre seguite. Fra i punti maggiormente qualificanti, assieme al carattere di continuità delle indagini sul medesimo territorio, da segnalare anche la pubblicazione autonoma dei lavori commissionati e la pluralità di esperienze e di settori coinvolti nella realizzazione del progetto, che spaziano dalla fotografia all’architettura, dall’urbanistica fino alla storia dell’arte, e che hanno offerto la possibilità al Comitato scientifico porre in essere proficue collaborazioni parallele con Università e varie autorità amministrative della Regione Emilia-Romagna.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy