• Google+
  • Commenta
17 maggio 2006

Sazietà e cervello

Le nostre cellule cerebrali sono in grado di sapere quando l’organismo è sazio grazie ad uno speciale segnale inviato da cibo ed ormoni denom
Le nostre cellule cerebrali sono in grado di sapere quando l’organismo è sazio grazie ad uno speciale segnale inviato da cibo ed ormoni denominato mTOR, ci comunica il risultato di uno studio scientifico statunitense pubblicato sulla famosa rivista Science. In passato questo segnale era usato nella medicina diagnostica come predittivo per patologie come diabete e carcinomi. La scoperta di questa nuova ed ulteriore valenza, rilevata da una equipe di Cincinnati, sarebbe utile nella lotta all’obesità, mediante un duplice fronte d’attacco: la formulazione di una terapia farmacologia dedicata, ed un dieta mirata, volte entrambe ad attivare questo “recettore”. Il corpo umano, infatti, stimola la percezione del senso di fame quando le nostre riserve d’energia sono in fase di esaurimento. I segnali alla base di essa sono parimenti in grado di attivare l’mTOR nella sezione di cervello interessata al controllo dell’appetito.

Google+
© Riproduzione Riservata