• Google+
  • Commenta
22 maggio 2006

Tor Vergata: per non aver paura dei medici

Il 18 maggio è partito a Roma un progetto che coinvolge la scuola comunale per l’infanzia “Salvo D’Acquisto”, i bambini potranno portare i lo
Il 18 maggio è partito a Roma un progetto che coinvolge la scuola comunale per l’infanzia “Salvo D’Acquisto”, i bambini potranno portare i loro pupazzi malati in un ospedale apposito. L’iniziativa è degli studenti di Medicina di Tor Vergata, che curando i peluches insegnano ai bambini a non aver paura dei medici. L’Ospedale dei Pupazzi è nato proprio per aiutare i bambini a familiarizzare con il dottore, per non aver paura di ospedali e medicine. Attraverso il momento del gioco i bimbi, tra i 3 e i 7 anni, possono seguire l’intero corso di una visita in ospedale senza essere loro stessi i pazienti. I piccoli, nel ruolo di genitori, porteranno i pupazzi all’ospedale, li assisteranno durante la visita. Il dottore “pupazzologo” dovrà raccogliere l’anamnesi del paziente chiedendo al genitore-bambino i sintomi. Possono essere utilizzati vari strumenti per le diagnosi, come stetoscopi veri, macchinari per raggi X o l’ECG, poi cerotti, bende…oltre a ricettari e libretti sanitari. Le prescrizioni saranno favole da raccontare, coccole, carezze oppure medicine e punture. Nell’ospedale è prevista una farmacia, dove i bambini dopo la visita potranno prelevare, con la ricetta, le “medicine” prescritte ( Vomitostop, Ammazzagermi, Antiprurito, Abbassafebbre ) per i loro pupazzi malati. Ai bimbi viene anche insegnata qualche nozione medica. Scopo del progetto è ridurre l’angoscia da camice e dare ai piccoli la possibilità di vedere da un’altra prospettiva l’ambiente medico. Questa iniziativa è utile anche agli studenti, per conoscere meglio la pediatria, e imparare a trattare con i bambini, stabilire un rapporto di fiducia tra medico e paziente. Fino ad oggi gli Ospedali dei Pupazzi sono stati organizzati con grande successo in Germania, Gran Bretagna, Norvegia, Svezia, e in diverse città italiane come Siena, Ferrara, Brescia, Milano, Napoli, Palermo, Genova. Una singolare iniziativa per non vivere come traumatica una visita o una malattia, paura comune alla maggior parte dei bambini in età prescolare.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy