• Google+
  • Commenta
12 maggio 2006

Unimore: lotta all’Ictus celebrale

La Clinica Neurologica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia scende in campo per la sensibilizzazione alla prevenzione dell

La Clinica Neurologica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia scende in campo per la sensibilizzazione alla prevenzione dell’ictus celebrale. Controlli gratuiti organizzati a Modena domenica 14 maggio 2006, in occasione della VII Giornata Nazionale promossa da A.L.I.Ce., l’associazione che opera per la prevenzione della malattia.

All’ictus celebrale, patologia di larga diffusione, che crea gravi forme di invalidità in che ne è colpito ed è la terza causa di mortalità tra la popolazione, dedicata la VII Giornata Nazionale, promossa per sensibilizzare l’opinione pubblica alla sua prevenzione. Nonostante gli importanti progressi diagnostici e terapeutici di questi ultimi anni, infatti la malattia è ancora molto diffusa, tanto che in Italia sono circa 70 mila ogni anno i casi di decesso, dovuti molto spesso ad uno scorretto regime di vita ed alla mancanza di conoscenza della patologia.

La Clinica Neurologica dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, diretta dal prof. Paolo Nichelli, è fortemente coinvolta con l’attività della neonata sezione modenese di A.L.I.Ce., associazione contro l’ictus celebrale, di cui molti docenti e ricercatori dell’Ateneo fanno parte e che domenica 14 maggio 2006, sarà presente in piazza Mazzini a Modena con un banchetto informativo.

Presso i Poliambulatori del Nuovo Ospedale Civile “S.Agostino-Estense” di Baggiovara, invece, medici e infermieri volontari della Clinica Neurologica saranno a disposizione dalle ore 9.00 alle ore 14.00 per effettuare controlli gratuiti di pressione arteriosa, glicemia, colesterolemia, mentre su pazienti selezionati sarà eseguito anche un EcoDoppler dei vasi del collo.

“La Clinica Neurologica – conferma il prof. Paolo Nichelli, – è fortemente impegnata sia nel trattamento terapeutico con farmaci di cura della fase acuta sia nelle attività necessarie per il miglioramento delle modalità assistenziali. E’ per soddisfare queste necessità che la nuova sede della clinica, presso la struttura ospedaliera di Baggiovara, è stata dotata di un reparto semintensivo per trattamento di pazienti gravi. Con l’attività di domenica, però l’ attenzione e l’impegno saranno tutti rivolti al tentativo di sensibilizzare la popolazione alla prevenzione, indispensabile fattore di lotta all’ictus”.

Google+
© Riproduzione Riservata