• Google+
  • Commenta
19 giugno 2006

Palermo: per il bicentenario il palazzo Steri apre al pubblico

La storica sede del Rettorato dell’Università di Palermo, l’Osterio Magno dei Chiaramonte meglio conosciuto come Palazzo Steri (dal latino “HosLa storica sede del Rettorato dell’Università di Palermo, l’Osterio Magno dei Chiaramonte meglio conosciuto come Palazzo Steri (dal latino “Hosterium”, palazzo fortificato), in occasione del Bicentenario dell’ateneo apre le sue porte alle visite di cittadini e turisti, arricchendo così l’offerta turistica e culturale della monumentale città siciliana. Settecento anni di storia, arte e cultura sono racchiusi in questo palazzo, voluto dalla potente famiglia dei Chiaramonte, scrigno di immensi tesori tutti da scoprire. Come, per citarne alcuni, lo straordinario soffitto della Sala Magna che risplende dei dipinti attribuiti a Cecco da Naro (XIV sec.), le carceri Filippine, l’atrio o l’opera pittorica della “Vucciria” che il suo autore, Renato Guttuso, diede in dono negli anni ’70 all’ateneo palermitano.
La dimora fu fatta realizzare nel 1320 ca. da Manfredi I Chiaramonte. La famiglia Chiaramonte, di origini francesi, raggiunse grande potenza politica ed esercitò il proprio dominio feudale per tutto il corso del XIV secolo. L’influenza fu tale che tutto quel secolo è ricordato nella storia di Sicilia come “epoca chiaramontana”. Architettura e arte del periodo danno vita al cosiddetto “stile chiaramontano” che riprende temi e motivi dell’architettura normanna.
“E’ un progetto al quale lavoriamo da tempo – spiega il Rettore dell’ateneo Prof. Giuseppe Silvestri Ordinario di Chimica industriale – e che matura nell’anno in cui festeggiamo i duecento anni della fondazione della nostra Università con una serie di manifestazioni e iniziative che intendono proiettare l’Università sempre di più nel futuro, radicarla in città e nella regione e rafforzare il già profondo legame con le altre istituzioni e con tutti i soggetti deputati allo sviluppo del territorio”.

Google+
© Riproduzione Riservata