• Google+
  • Commenta
7 giugno 2006

Parthenope: crisi nel consiglio degli studenti

Mentre fuori dalle mura universitaria splende un sole da spaccare le pietre, all’interno del consiglio degli studenti dell’Università

Mentre fuori dalle mura universitaria splende un sole da spaccare le pietre, all’interno del consiglio degli studenti dell’Università Parthenope tira aria di tempesta. L’attuale organo di rappresentanza dei laureandi, entrato in carica nel Maggio del 2005, è dalla fine di Febbraio che non viene convocato, con conseguente blocco dei lavori su tematiche inerenti la didattica o la gestione dei fondi per le attività extra universitarie. In questo momento, sembra che non ci sia nessuna possibilità che la situazione possa volgere per il meglio visto che il presidente del consiglio degli studenti, Aldo Russo (Confederazione), nonostante le richieste pervenute da più di un rappresentante della minoranza, non ha alcuna intenzione di indire una nuova seduta. Temi come la carta servizi Adisu, l’accorpamento di alcuni esami di economia o l’approvazione dello statuto dei diritti e dei dovere degli studenti, giacciono ormai da qualche mese impolverati all’interno di qualche cartellina. Fatto sta che tra le fila della stessa maggioranza (Tempinuovi – Confederazione) si è creata una spaccatura che ha portato all’uscita di due rappresentanti, il Senatore Accademico Anio Iannuzziello ed il Consigliere degli Studenti Giuseppe Giannasio, i quali hanno deciso di avvicinarsi all’associazione UDU_Unione degli Universitari. Stando cosi le cose l’attuale maggioranza del consiglio, formata da 7 rappresentanti su 15, è seriamente in pericolo se le forze di minoranza (Costruire – Suigeneris ed UDU) decidano di fare unione per spodestare il presidente.

Google+
© Riproduzione Riservata