• Google+
  • Commenta
13 giugno 2006

Ridiventare poveri: un campione all’università

C’è da non crederci. Un campione di Pallavolo come Leonardo Morsut, sette stagioni nel Padova (sua città natale) in A1, 16 presenze in C’è da non crederci. Un campione di Pallavolo come Leonardo Morsut, sette stagioni nel Padova (sua città natale) in A1, 16 presenze in Nazionale e la World League 2005, ritorna sui banchi dell’università. Rinuncia per sempre al campionato e alla pallavolo. Qualche corsetta ogni tanto, giusto per tenersi in forma, ma la sua vera passione è l’università.
Laureto in biotecnologie mediche, si è iscritto alla facoltà di matematica e a giugno dovrebbe collaborare come ricercatore presso il laboratorio di embriologia dell’università di Padova.
La sua grande passione, in contrasto con l’amore per la pallavolo, è sempre stato il mondo universitario, la possibilità di entrare nel vivo delle cose studiandole in maniera approfondita e soprattutto facendo ricerca.
Se ne va lasciando i compagni dispiaciuti, ma che già sapevano che Leonardo prima o poi avrebbe fatto altro, poiché persino nel suo contratto, di anno in anno era prevista una clausola che gli permetteva di lasciare se avesse trovato altro.
Uno sportivo anomalo, Leonardo Morsut, appassionato di Beatles e Joyce, amante della Ricerca, in un paese dove la ricerca è messa sotto i piedi, priva di risorse, bistrattata e relegata agli ultimi posti, quando, in un paese civile, dovrebbe essere il contrario.
Insomma, Morsut è quasi un comune mortale, ormai: con mille euro al mese, paga prevista per un ricercatore ( quando con la pallavolo guadagnava dieci volte tanto ), dovrà sbarcare il lunario esattamente come tutti noi, ma il suo gesto è a mio avviso, straordinario.
Si, perché Leonardo Morsut, lasciando una carriera vincente e redditizia per un lavoro precario e malpagato, assecondando la sua vera natura e l’amore per lo studio, ha dimostrato che in mezzo a noi ci sono persone coraggiose, che danno speranza un po’ a tutti. Se non altro, ci danno una spinta per continuare a crederci, anche quando tutto il sistema trama contro i giovani e le loro aspettative future.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy