• Google+
  • Commenta
18 ottobre 2006

Ad Urbino si parla del valore del marchio

In un momento in cui l’economia italiana fronteggia una richiesta crescente di specificità produttiva che si distingua dalla serialità
In un momento in cui l’economia italiana fronteggia una richiesta crescente di specificità produttiva che si distingua dalla serialità del mercato globale, i temi dello sviluppo del brand e del mito del Made in Italy costituiscono argomento di grande fecondità. Dalle intriganti passerelle degli astri
nascenti della moda italiana al fenomeno di Alice ADSL , la Facoltà di Sociologia di Urbino “Carlo Bo” apre la discussione sul controverso tema del valore del marchio e delle nuove mete di ricerca e di supporto alle aziende che puntano alla costruzione di una Brand Identity solida e costante.
Il 26 e 27 ottobre 2006 Image Lab, Centro di Ricerca sui Linguaggi Visivi e sulla Moda diretto dal Preside della Facoltà di Sociologia Bernardo Valli, presenta un Convegno Nazionale dal titolo “Brandable. Immagine del marchio e nuovi metodi di previsione dei trend”.
Tra gli ospiti Brunello Cucinelli, Piergiorgio Borgogelli (Alice ADSL), Massimo Berloni (Dondup), Renato Curzi (Linea Marche), Fausto Colombo (Università Cattolica), Massimo Baldini (Roma La Sapienza), Ornella Bignami (Elementi Moda Milano).
L’evento si articolerà in due giornate: la prima dal titolo I Trend di moda e il valore del marchio (26 ottobre), nella quale la discussione verterà principalmente sulle esperienze dirette dei professionisti del settore; la seconda (27 ottobre), intitolata Nuovi metodi di ricerca e di previsione dei trend, esplorerà le possibilità di creare supporti innovativi per lo sviluppo del marchio.
A chiusura del convegno una tavola rotonda approfondirà le criticità legate allo sviluppo del brand nell’attuale congiuntura socio-culturale e il difficile legame tra ricerca e innovazione nel Made in Italy.

Google+
© Riproduzione Riservata