• Google+
  • Commenta
8 ottobre 2006

Cassino: “Guerra narrata, guerra vissuta”

Ci sono guerre lontane nel tempo, guerre in luoghi lontani o in luoghi vicini che però vogliamo pensare, sbagliando, che non ci riguardano. Ci Ci sono guerre lontane nel tempo, guerre in luoghi lontani o in luoghi vicini che però vogliamo pensare, sbagliando, che non ci riguardano. Ci sono guerre diverse, ma la guerra è sempre la guerra, le sue ferite segnano l’umanità. Muoiono i soldati, muoiono i civili, muore il vecchio come il bambino. Le cicatrici che segnano il corpo della città e il territorio di Cassino fanno ancora male. L’Abbazia di Montecassino, culla di civiltà, è stata rasa al suolo. Violenza e distruzione, seguite dalla fatica di rinascere, di ricostruire – molti non ce l’hanno fatta, sono stati costretti a emigrare. Tornare a parlarne, coinvolgendo anziani testimoni, bambini e giovani d’oggi, studiosi e scrittori non deve essere un atto celebrativo. La guerra è sempre la guerra, anche oggi. La guerra passata può servire a capire.

Giovedì 12 ottobre alle ore 15.30 presso l’Aula “De Napoli” della Facoltà di Lettere e filosofia si terrà una tavola rotonda con Eraldo Affinati, scrittore che si è occupato più volte del tema della guerra nel Novecento. A questo incontro, realizzato in collaborazione con l’Istituto per il Libro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, parteciperanno Tommaso Baris, storico e docente presso il Dipartimento di Filologia e Storia dell’Università di Cassino, Silverio Novelli dell’Istituto per il Libro e Antonio Ferraro, ex Sindaco di Cassino, che porterà la sua testimonianza di guerra vissuta.
A coordinare i relatori sarà Giuseppe Antonelli, docente di Storia della lingua italiana presso l’Ateneo di Cassino.

L’incontro presso l’Università si inserisce all’interno della campagna “Ottobre, piovono libri. I luoghi della lettura” promossa dall’Istituto per il Libro del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Centinai gli appuntamenti organizzati in tutta Italia.
Venerdì 13 ottobre, presso l’Historiale di Cassino, lo scrittore Ermanno Detti prenderà spunto da due suoi testi narrativi sulla guerra per dialogare con i bambini della quinta elementare di alcune scuole locali. Gli stessi bambini saranno coinvolti da Pino Grossi in un percorso di letture animate tratte da libri di Gianni Rodari, Mario Lodi, Bertold Brecht.
Sabato 14 si terrà la presentazione del Premio letterario Internazionale Città di Cassino “Letterature dal fronte”.

Google+
© Riproduzione Riservata