• Google+
  • Commenta
30 ottobre 2006

Chieti all’avanguardia per la chirurgia sulla carcinosi peritoneale

L’Università Abruzzese D’Annunzio ha collaborato attivamente all’esecuzione dei tre interventi, perfettamente riusciti, per il trattamento chirL’Università Abruzzese D’Annunzio ha collaborato attivamente all’esecuzione dei tre interventi, perfettamente riusciti, per il trattamento chirurgico della carcinosi peritoneale, che ha visto impegnata l’équipe del Professor Rocco Sacco nell’ultimo mese. La carcinosi peritoneale deriva da tumori maligni del colon o dell’ovaio e la Clinica Chirurgica diretta dal Prof. Sacco è una delle poche in Italia che si occupa di questa patologia, con una tecnica chirurgica del tutto innovativa e molto difficile da mettere in pratica. Il successo degli ultimi interventi ha portato la Clinica Abruzzese ad essere considerata una tra le migliori presenti sul territorio italiano. La sua attività non si limita però alla carcinosi peritoneale. Il “Centro Mesoteliomi” attivo all’interno della medesima struttura si è occupato, negli ultimi sei anni, di almeno 75 pazienti affetti da mesotelioma, il tumore della pleura, provenienti soprattutto da Abruzzo, Molise e Marche, ma anche da regioni del sud come Puglia, Sicilia e Calabria. Notevoli sono stati anche i risultati ottenuti negli interventi per il trattamento di tumore ai polmoni e alla trachea. Tutta l’attività clinica è svolta in stretta collaborazione con i centri universitari specializzati dell’Università D’Annunzio, con l’Ospedale Clinicizzato della Città di Chieti e con l’Azienda Sanitaria Locale. Lo stesso prof. Sacco sarà occupato, dal 9 all’11 Novembre 2006 a Francavilla al Mare (Chieti), nel 32° Congresso Nazionale della S.I.T. (Società Italiana Tumori). Il tema è del congresso sarà “Dalla prevenzione alla terapia: una strategia unitaria per la cura dei tumori”.

Google+
© Riproduzione Riservata