• Google+
  • Commenta
9 ottobre 2006

Padova: il Guardaroba del Duce, la moda italiana durante il Fascismo

Giovedì 12 ottobre, ore 17, nell’Aula Emiciclo dell’Orto Botanico, via Orto Botanico 15, si tiene la seconda conferenza tematica de “I Giov

Giovedì 12 ottobre, ore 17, nell’Aula Emiciclo dell’Orto Botanico, via Orto Botanico 15, si tiene la seconda conferenza tematica de “I Giovedì del Novecento” dal titolo “Arte e moda tra le due guerre”.
Stefano Franzo, del Dipartimento di Storia delle Arti visive e della Musica dell’Università degli Studi di Padova, ripercorre la pionieristica stagione della moda durante gli anni del Fascismo e quel particolare incontro di interessi politici, industriali e ideologici che sfociarono in una ”via italiana” nel modo di confezionare abiti.
È una moda costretta da un lato a riflettere sulla sua doverosa “italianità”, in linea con le direttive autarchiche del regime, ma da sempre dipendente dai canoni estetici francesi fortemente amati da una classe borghese abituata al “bello” prodotto dalle maison d’oltralpe.
Franzo, attraverso un ricco repertorio fotografico, porrà a confronto fogge, materiali e propaganda confrontandoli con l’iconografia pittorica di quel Ventennio che vide comunque nascere, fra mille contraddizioni, un marchio italiano nella moda.
Le prossime conferenze de “I Giovedì del Novecento”, ciclo di incontri programmati nell’ambito dell’apertura della mostra “Pittori di Muraglie 1937-1943. Tra committenti e artisti all’Università di Padova” visibile nelle sale del CAM, Centro di Ateneo per i Musei, saranno dedicate al cinema e alla danza.

Google+
© Riproduzione Riservata