• Google+
  • Commenta
19 ottobre 2006

Parma: Terramax ha ottenuto un finanziamento di un milione di dollari

Il veicolo intelligente Terramax, che lo scorso anno ha ottenuto ottimi risultati
alla Grand Challenge della Darpa, parteciperá alla prima sfida

Il veicolo intelligente Terramax, che lo scorso anno ha ottenuto ottimi risultati
alla Grand Challenge della Darpa, parteciperá alla prima sfida mondiale
tra macchine robotiche impegnate in un percorso cittadino

Il gruppo di ricerca denominato TerraMax, formato da Oshkosh Truck Corp, Rockwell Scientific e Università di Parma, ha ottenuto un finanziamento di un milione di dollari dal Ministero della difesa americano a supporto della ricerca. Grazie a tale finanziamento il Laboratorio di Visione Artificiale e Sistemi Intelligenti (VisLab, www.vislab.it) del Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione dell’Università di Parma, diretto dal professor Alberto Broggi, parteciperà alla prima sfida mondiale tra macchine robotiche impegnate in un percorso cittadino.
Già lo scorso anno, con il veicolo intelligente Terramax, il gruppo dell’Università di Parma ha ottenuto ottimi risultati alla Grand Challenge della Darpa (agenzia del Ministero della difesa americano per i progetti avanzati). La corsa ha visto coinvolti veicoli robotici in un percorso nel deserto di oltre duecento chilometri. Il veicolo progettato nei laboratori dell’Ateneo parmigiano è riuscito a completare l’intera gara, insieme ad altri quattro veicoli.
La Urban Challenge 2007 sarà la prima gara al mondo di veicoli intelligenti realizzata in un tessuto urbano. Tra le tante squadre intenzionate a competere tra loro, il Darpa ha selezionato alcuni gruppi di ricerca tra cui anche il team Terramax che riceverà un milione di dollari come supporto alla ricerca. Lo scorso anno la partecipazione alla gara dell’intero team è costata circa sei milioni di dollari.
Tra le altre squadre che riceveranno finanziamenti dal Darpa vi sono gruppi di ricerca molto conosciuti come la Stanford University (classificata prima lo scorso anno), Carnegie Mellon University (giunti secondo e terzo lo scorso anno) e altri otto veicoli progettati dal Massachussets Institute of Technology, dal CalTech, dal Virginia Polytechnic Institute, dalla Cornell University e dalle compagnie Raytheon, Honeywell Aerospace, Autonomous Solutions e Golem Group.
Il gruppo di Parma, composto da una decina di persone, di cui alcune ora negli Stati Uniti, è già al lavoro. Le squadre dovranno mettere a punto dei veicoli in grado di percorrere in modo autonomo delle missioni su un tessuto urbano: dovranno raggiungere diverse destinazioni in sequenza, rispettando le regole del traffico, gli altri veicoli, effettuando sorpassi, fermandosi agli stop, dando la precedenza agli incroci, entrando e uscendo da parcheggi. La sfida si terrà su un percorso di un centinaio chilometri in una città degli Stati Uniti nel novembre 2007.
La principale sfida è la navigazione in un ambiente molto complesso e dinamico come quello cittadino e questo giustifica il grande interesse da parte delle industrie automobilistiche che vedono in questo evento un enorme sforzo della ricerca mondiale verso la realizzazione di sistemi ADAS (Advanced Driving Assistance Systems) da installare a bordo dei veicoli commerciali nell’immediato futuro per la guida automatica/supervisionata.
Notizie aggiornate sulle attività di ricerca che si svolgono a Parma si possono trovare sul sito www.vislab.it, mentre il sito www.terramax.com contiene informazioni ufficiali sull’intera squadra.

Google+
© Riproduzione Riservata