• Google+
  • Commenta
24 ottobre 2006

Talento e solidarietà busker al centro di Bologna

Un portico inondato dalla musicalità sud americana, un altro da suoni e canti dell’est Europa, una volta fa eco ad incalzanti ritmi tribali, un’altr Un portico inondato dalla musicalità sud americana, un altro da suoni e canti dell’est Europa, una volta fa eco ad incalzanti ritmi tribali, un’altra è rischiarata da lingue di fuoco e poi gente, una fiumana di gente, accompagnata, nelle sue brevi peregrinazioni, dal fragore dei suoi stessi applausi… Si presentava pressappoco così l’uggiosa Piazza Maggiore di domenica scorsa, letteralmente invasa dai buskers, alias ‘artisti di strada’: musicisti, saltimbanchi, cantanti, ballerini e clown che hanno deciso di aderire all’iniziativa di solidarietà dal titolo ‘Artisti di strada per le vie del centro’, patrocinata dal Comune di Bologna e in programma nella cittadina felsinea dal 22 al 26 ottobre prossimo. A ciascuno il proprio portico o angolo di piazza, sembrava essere il motto dei tanti artisti accorsi in Piazza Maggiore, in alcuni casi ad opera di un commovente ‘passaparola della solidarietà’, con l’intento di dare vita ad un unico grande spettacolo, fonte di godimento tanto per i grandi quanto per i piccini, e finalizzato alla raccolta di fondi per l’Opera di Padre Marella. Da una parte le intramontabili colonne sonore di celeberrimi film interpretati dal leggero tocco del flauto di pan, dall’altra i grandi successi rock anni ’70, in un angolo un giocoliere con misteriose proprietà ignifughe e in un altro della coraggiosa musica inedita, il tutto magistralmente incastonato nella straordinaria cornice della romantica Piazza Maggiore, resa ancor più poetica dai giochi di luci e ombra firmati dai suoi imponenti palazzi, ad opera dell’originale idea dell’Associazione Cirenaica in collaborazione con Hey Joe Club, Assocentro, C.I.A.O. Mercato la Piazzola, Galleria d’arte De’ Marchi, Comitato il Quadrilatero, Opera Padre Marella, Mutua Salsamentari 1876, Fanep, Aby Car Bologna. ‘E’ la prima volta che si organizza un evento del genere a Bologna e il successo non poteva che essere garantito. Piazza Maggiore, poi, è una bella vetrina e speriamo continui ad esserlo anche in futuro, sebbene è ancora troppo presto per parlarne, dal momento che l’iniziativa prosegue fino al 26’ ha dichiarato, soddisfatto, Risiero Lotti, presidente dell’Associazione Cirenaica. A rafforzare le fila del folto pubblico, anche numerose matricole, sempre più frastornate dalla poliedricità della dotta e solidale Bologna. ‘E’ bello – dice Alberto, iscritto al primo anno di C.T.F. (Chimiche e Tecnologie Farmaceutiche) – che una città come Bologna, che vanta artisti come Biagio Antonacci, Lucio Dalla, Luca Carboni, per non parlare di Gianni Morandi, dia la possibilità di esibirsi anche agli artisti di strada, talentuosi come i primi ma di sicuro meno fortunati sebbene non meno generosi!’ ‘Mai visto nulla di simile’ – incalza Jenny, iscritta al primo anno di Giurisprudenza – ma mi piace un sacco. E poi, divertirsi a fin di bene, quale cosa migliore?’ Come dare torto alle due giovani leve d’Ateneo? In fondo, Padre Marella lo aveva anticipato: ‘Vi lascio il mio cappello e vi assicuro che non rimarrà mai vuoto!’…sante parole!

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy