• Google+
  • Commenta
25 ottobre 2006

Unito: sessant’anni di voto alle donne

Il referendum popolare del 2 giugno 1946 sancì la vittoria della Repubblica sulla Monarchia segnando l’inizio di un nuovo corso politico per ilIl referendum popolare del 2 giugno 1946 sancì la vittoria della Repubblica sulla Monarchia segnando l’inizio di un nuovo corso politico per il nostro Paese. Ma fu anche l’anno in cui le donne italiane acquisirono il diritto al voto, esercizio di democrazia fino a quel momento negato. A sessant’anni da quella data storica saranno proposte, tra lunedì 23 e venerdì 27 ottobre, una mostra fotografica, un convegno ed una rassegna di video e film presso il Rettorato dell’Università degli Studi di Torino, nell’ambito dell’iniziativa “Donne, diritti politici e partecipazione democratica a sessant’anni dal voto”. Ad organizzare l’evento è il CIRSDe, Centro Interdisciplinare di Ricerche e Studi delle Donne dell’Università di Torino, in collaborazione con il Laboratorio Audiovisivi Dipartimento DAMS, l’Archivio Cinematografico della Resistenza e il Museo Nazionale del Cinema, con il patrocinio del Consiglio Regionale del Piemonte, della Provincia, del Comune di Torino e della Compagnia di San Paolo. L’iniziativa intende sottolineare l’importanza del ruolo nella società della donna fra il 1945 ed il 1946 ed il suo contributo al processo di ricostruzione, soprattutto in Piemonte ma non solo, tenendo conto delle difficili condizioni negli anni del dopo guerra. Sull’onda della Resistenza le donne seppero portare sulla scena pubblica e politica i propri bisogni e le proprie istanze che si concretizzarono, appunto, nell’esercizio democratico del diritto al voto. Una pagina significativa della storia del nostro Paese, spesso poco conosciuta, anche dalle stesse donne, che quest’iniziativa intende riportare alla memoria.

Google+
© Riproduzione Riservata