• Google+
  • Commenta
11 dicembre 2006

A teatro con pochi soldi. Grazie alle università romane

Se i prezzi troppo alti scoraggiano anche gli appassionati, a promuovere la cultura teatrale fra i giovani ci hanno pensato le università r

Se i prezzi troppo alti scoraggiano anche gli appassionati, a promuovere la cultura teatrale fra i giovani ci hanno pensato le università romane. Recente è l’apertura di un botteghino teatrale che applica riduzioni sui biglietti del circuito Agis, fino ad un massimo del 50% sul prezzo intero. L’iniziativa è stata realizzata dall’Unione Regionale Agis del Lazio, in collaborazione con la Provincia di Roma, la Regione Lazio e le università “La Sapienza”, “Roma tre” e “Tor Vergata”. I biglietti scontati sono riservati agli studenti universitari, ai docenti, al personale tecnico-amministrativo della Sapienza.
Il costo eccessivo degli spettacoli, soprattutto per gli studenti, diventa spesso un ostacolo per l’approccio al teatro. Perfino scegliendo i posti più economici dell’ultima balconata, dove gli attori puoi vederli solo col binocolo. Così accade che in tanti abbiano letto i testi di Goldoni, Shakespeare, Cechov, ma che pochi li conoscano realmente. Leggerli è sempre un piacere, ma vederli rappresentati è tutt’altra cosa. L’Ambra Giovinelli, l’Argentina, l’Anfitrione, il Belli e il Brancaccio sono tra i teatri aderenti ai botteghini universitari per la stagione 2006/2007. Così come l’Eliseo, l’Euclide, il Ghione, fino al Parioli e al Quirino. Sono 37 in tutto e coprono la maggior parte della città. Oltre al classico “Quirino”, a due passi dalla Fontana di Trevi, c’è “L’Argentina” che propone opere di grande livello, come “Assassinio nella Cattedrale”, uno dei culmini dell’arte poetica di Thomas Stearns Eliot, in scena fino al 22 dicembre. Ci sono anche il Brancaccio diretto artisticamente da Gigi Proietti e l’India dove, fino al 17 dicembre, per la regia di Francesco Saponaro, viene rappresentata l’opera di Cechov, “L’Orso – Una domanda di Matrimonio”.
Gli studenti interessati a consolidare la passione o scoprire l’arte teatrale possono rivolgersi alla nuova biglietteria universitaria, in Viale Regina Elena, all’ingresso per le segreterie studenti, nei seguenti orari: martedì, giovedì e venerdì 10.30/13.30, mercoledì 13.30/16.30.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy