• Google+
  • Commenta
24 dicembre 2006

Catania è poliglotta, parte il progetto “Lingue in Piazza”

La Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università di Catania ha aderito, insieme a numerose università straniere, al
La Facoltà di Lingue e letterature straniere dell’Università di Catania ha aderito, insieme a numerose università straniere, al progetto “Lingue in Piazza”, finanziato dall’Unione Europea e finalizzato all’autoapprendimento delle lingue straniere. Dall’8 Gennaio, nei locali del Laboratorio linguistico e del Medialab della Facoltà, prenderà il via un ciclo di seminari per ciascuna delle sei lingue designate dal progetto: inglese, tedesco, rumeno, turco, polacco e spagnolo. Gli incontri saranno completamente gratuiti e forniranno ai partecipanti tutti gli strumenti e i supporti utili per imparare autonomamente una o più lingue straniere. La scelta di inserire nel lotto degli idiomi il rumeno, il turco e il polacco nasce dall’intenzione di favorire anche la diffusione delle lingue europee che godono di minore prestigio internazionale, ma che costituiscono comunque il patrimonio linguistico di buona parte degli immigrati del nostro Paese. Chiamiamolo pure “dovere” di ospitalità.

Google+
© Riproduzione Riservata