• Google+
  • Commenta
18 dicembre 2006

Le nanoscienze: nuove frontiere di ricerca

I termini nanoscienze e nanotecnologie indicano le capacità di studiare, assemblare, manipolare e caratterizzare la materia a livello di dimensI termini nanoscienze e nanotecnologie indicano le capacità di studiare, assemblare, manipolare e caratterizzare la materia a livello di dimensioni comprese tra 100 ed 1 nanometri. Ciò significa che le nanoscienze studiano le proprietà dei materiali alla scala più bassa in cui la natura opera.
Lo scopo di questo settore è quello di sviluppare le nanotecnologie interdisciplinari all’interfaccia di fisica, chimica, biologia e ingegneria. In questi ultimi anni le nanoscienze vengono sempre più diffusamente considerate di notevole impulso a beneficio dello sviluppo di molte aree della ricerca.
L’Accademia Nazionale dei lincei, in collaborazione con l’Università degli studi di Milano e l’Istituto Lombardo-Accademia di scienze e lettere, organizza una giornata di seminari di Biomedicina per gli studenti delle Scuole secondarie superiori. “Questo incontro tende ad offrire una chiara descrizione di alcune problematiche affrontate dalla Biologia dei nostri giorni per rendere più consapevole la scelta universitaria”.
L’incontro si terrà martedì 19 dicembre, alle ore 9:00, nella Sala Napoleonica del Palazzo di Brera.

Google+
© Riproduzione Riservata