• Google+
  • Commenta
7 dicembre 2006

Nuova purga nelle università iraniane

“Ripuliamo le università”. Questo era lo slogan utilizzato dal Presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad che a settembre aveva orgogliosame

“Ripuliamo le università”. Questo era lo slogan utilizzato dal Presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad che a settembre aveva orgogliosamente annunciato un’imminente riforma culturale del sistema universitario del suo Paese. Ciò che la dittatura religiosa iraniana si appresta a ripulire è il liberalismo occidentale, un vero e proprio spauracchio culturale che potrebbe accendere rivolte universitarie capaci di tracimare nelle piazze e minare le fondamenta del regime politico e religioso. In questi giorni, attraverso un decreto di pensionamento forzato, sono stati allontanati dall’università delle scienze e di tecnologia di Teheran cinquantatre professori universitari troppo “liberali” e “secolari”. Un’epurazione che si inquadra nella politica culturale di Ahmadinejad che aveva lamentato l’eccessiva laicità del sistema educativo. “Oggi gli studenti – aveva dichiarato il Presidente – dovrebbero prendersela con me e chiedermi perché insegnanti liberali e laici sono presenti nelle università”.

Google+
© Riproduzione Riservata