• Google+
  • Commenta
5 dicembre 2006

Viaggio nel Silicio: la nuova mostra inaugurata da UNICAM

Mercoledì 6 dicembre alle 10:30 aprirà le porte la mostra “Viaggio nel Silicio”, allestita dall’Università di Camerino presso il Polo museale d’AteneoMercoledì 6 dicembre alle 10:30 aprirà le porte la mostra “Viaggio nel Silicio”, allestita dall’Università di Camerino presso il Polo museale d’Ateneo nel Complesso San Domenico di Camerino. La mostra sarà l’occasione di trattare argomenti riguardanti proprio il silicio, l’elemento dopo l’ossigeno più abbondante. L’allestimento è stato curato dal Museo di Scienze naturali e dai Dipartimenti di Scienze della Terra, Fisica e Matematica e Informatica. “La scelta del Silicio come protagonista della mostra – dichiara la prof.ssa Chiara Invernizzi, referente del Rettore per la Comunicazione e uno dei curatori della mostra – non è stata casuale, dal momento che questo elemento è molto più presente in Natura di quanto si possa pensare. Il percorso espositivo è articolato in modo tale da seguire la storia del silicio attraverso ricostruzioni ambientali, vetrine espositive, banchi per sperimentazioni, applicazioni multimediali e filmati.” “La soddisfazione è ancora maggiore – prosegue la prof.ssa Invernizzi – dal momento che il progetto ha ottenuto il finanziamento da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, segno della valenza dell’iniziativa”. Il Silicio è presente in natura anche in forme “insospettabili”. In particolare le selci, le pietre pomici, la sabbia marina ed i quarzi pare abbiano un altissimo contenuto di silicio. Inoltre alcuni piccoli animali marini lo usano per costruire il proprio scheletro ed alcune piante per sviluppare strumenti di difesa. Per restare in superficie, il silicio è presente in dispositivi di come i cellulari, il computer, carte bancomat, pacemaker, radiocomandi per cancelli, telepass, sistema antibloccaggio ABS delle auto e delle moto, ma anche nei satelliti. Senza dimenticare naturalmente il vetro. La mostra “Viaggio nel Silicio” è dunque l’occasione per saperne un po’ di più su quest’affascinante argomento.

Google+
© Riproduzione Riservata