• Google+
  • Commenta
10 gennaio 2007

Morte dello studente belga precipitato da un balcone: sotto accusa i proprietari dell’immobile

Durò circa 20 metri l’agonia di Thomas Laurent, studente belga di 19 anni, che 14 mesi or sono morì brutalmente precipitando dal ses

Durò circa 20 metri l’agonia di Thomas Laurent, studente belga di 19 anni, che 14 mesi or sono morì brutalmente precipitando dal sesto piano di un appartamento sito a Genneruxi, in Via Tel Aviv 81. Quella sera lo studente si trovava in una casa occupata da tanti altri giovani come lui, riunitisi per festeggiare il compleanno di uno dei coinquilini di Thomas. Poi la tragedia. Il ragazzo esce fuori al terrazzino a prendere una boccata d’ aria, ma la copertura a nido d’ ape e il muro cedono, non sopportano il peso del corpo di Thomas, che vola dal sesto piano della palazzina.
Immediato fu il sequestro dello stabile per comprendere meglio le cause del fatto e individuare eventuali colpevoli. Come sia stato possibile il netto crollo del muro di quella palazzina costruita nel 1980 risulta tutt’oggi difficoltoso da scoprire. Sta di fatto che quattro giorni dopo il sequestro, il proprietario dell’appartamento, Filippo Cogoni, fu iscritto nel registro degli indagati. Inizialmente però era stata aperta un’inchiesta contro ignoti per omicidio colposo, ed erano stati incaricati alcuni consulenti tecnici per valutare il rispetto di tutte le norme di sicurezza da parte di chi aveva costruito e progettato l’edificio e per verificare una probabile omissione degli interventi straordinari di manutenzione, vista la dinamica con cui era morto il ragazzo. Il crollo del muro è forse attribuibile ad una struttura poco adeguata del terrazzino, visto che questo era assicurato a terra solo da due binari laterali in acciaio. Intanto Guidi Pani, sostituto procuratore della Repubblica, ha chiuso l indagine chiedendo il rinvio a giudizio di Filippo Cogoni e Antonio Depau, proprietario della palazzina, finito sotto accusa alcuni mesi fa. I due dovranno rispondere di crollo e di omicidio colposo il 29 gennaio, davanti al giudice per le udienze preliminari Alessandro Castello.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy