• Google+
  • Commenta
25 gennaio 2007

Padova: da childless a childfree: il “diritto” di non riprodursi

Incontro su diritto amministrativo
Childless a childfree: il "diritto" di non riprodursi

Childless a childfree: il “diritto” di non riprodursi

Incontro convegno all’Università di Padova: childless a childfree: il diritto di non riprodursi.

Scelta imposta, rinuncia o decisione di non far figli?

Infertilità, coppie in carriera o rivendicazione sociale e culturale?

L’Italia ha una scelta imposta, rinuncia o decisione di non far figli?

Infertilità, coppie in carriera o rivendicazione sociale e culturale?

L’Italia ha un indice pari a 1,33 figli per donna contro quel 2,1 che, secondo la Comunità europea, sarebbe necessario a scongiurare la crescita zero. Gli studiosi avvertono però che questo dato “nasconde” il fenomeno sociale del Childfree.

Un convegno all’Università di Padova, primo in Italia, indagherà sul Childfree riflettendo sui “numeri” italiani per poi confrontarli con l’esperienza europea, sugli aspetti psicologici e sociali, oltre che sul conflitto tra rivendicazione culturale e spinta biologica.

Con Childfree si definisce una scelta consapevole e uno stile di vita che comporta un mix di desideri appagati e paure emergenti legati proprio alla presenza di figli: dalla possibilità di maggiori disponibilità finanziarie alla capacità di stabilire un migliore livello di intimità emotiva e fisica con il partner, ma anche il temere la condizione di genitore in quanto irrevocabile o la paura di non poter riprogettare la propria vita e bisogni a causa di un figlio, e ancora l’incapacità di essere genitori responsabili o il sentire immorale l’aumento della popolazione mondiale.
Dagli anni ’70 le coppie senza figli sono state etichettate prima con il termine Childless che indica una scelta “imposta” dalla natura o dalle circostanze, poi DINK (Dual Income No Kids) cioè le coppie senza figli in carriera per arrivare oggi al termine Childfree che indica coppie con una precisa volontà di non mettere al mondo bambini.

Si è cioè passati dalla “rinuncia” a far figli alla “decisione” di non riprodursi. Una libertà di scelta che cozza oggi con la difficoltà di avere figli ed è anche per questo motivo che il movimento dei Childfree ha sempre coniugato il “desiderio” legittimo di essere coppie libere da figli al riconoscimento sociale di gruppo nella società.

Venerdì 26 e sabato 27 gennaio in Aula 2D della Facoltà di Psicologia di via Venezia, 12, il Centro Interdipartimentale Ricerca Famiglia (CIRF) dell’Università degli Studi di Padova organizza il convegno dal titolo “Childfree. Liberi da …liberi per…” coordinato da Mario Cusinato e Mariselda Tessarolo docenti dell’Ateneo patavino.

Dopo la presentazione del convegno da parte di Mario Cusinato, direttore CIRF, alla presenza di Renzo Vianello, Preside della Facoltà di Psicologia, Maria Luisa Coppola, Assessore alla Regione Veneto, Flavio Zanonato, Sindaco di Padova, e Massimo Giorgietti, Assessore alla Cultura della Provincia di Padova, gli interventi dei relatori si snoderanno in tre sessioni di lavori: venerdì 26 la prima dalle 11.30 e la seconda dalle 15.20; nella giornata di sabato 27, la terza, con inizio alle 9.30.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy