• Google+
  • Commenta
13 gennaio 2007

Psicologia dello sport, master a Trieste

Il Master di secondo livello in Psicologia dello Sport è promosso dal Centro Interuniversitario “Mind in sport team”, a cui aderiscono assieme all’U
Il Master di secondo livello in Psicologia dello Sport è promosso dal Centro Interuniversitario “Mind in sport team”, a cui aderiscono assieme all’Università di Trieste, l’Istituto Universitario Scienze Motorie (IUSM) di Roma, l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, l’Università degli Studi di Cagliari e l’Università degli Studi di Catania.
Gli obiettivi del Master sono consentire l’acquisizione delle competenze di psicologo dello sport attraverso l’attività didattica, il confronto con esperienze di eccellenza, stage presso federazioni e società sportive, project work e testimonianze di valore.
Lo psicologo dello sport sarà in grado di intervenire in contesti sportivi differenti sia per il livello agonistico (federazioni, squadre nazionali, ma anche contesti di tipo amatoriale o giovanile), che per gli obiettivi (incremento della prestazione, facilitazione dell’accesso e del mantenimento dell’attività fisico-sportiva nelle diverse fasce della popolazione, impostazione e monitoraggio di programmi che utilizzano lo sport come strumento di integrazione sociale, di educazione, di promozione del benessere individuale e di gruppo).
Per l’ammissione è necessario essere in possesso di una laurea specialistica in Psicologia conseguita in Italia, di una laurea in Psicologia conseguita secondo il vecchio ordinamento universitario o essere in possesso di un titolo equipollente. La selezione dei candidati per l’ammissione al Master è affidata ad una commissione composta da tre docenti universitari ed avviene tramite la valutazione dei titoli di ammissione e di qualunque altro titolo autocertificato dal candidato.
Le lezioni sono condotte da docenti delle diverse sedi consorziate del Centro Interuniversitario “Mind in Sport Team” (MiST). Alla docenza contribuiscono anche altri docenti universitari, docenti della Scuola dello Sport del Coni e psicologi professionisti ed esperti del mondo sportivo.
Il Master prevede 1.240 ore di lavoro per lo studente (60 CFU), articolate in 240 di lezione frontale (corrispondenti a 30 CFU), 480 ore di tirocinio supervisionato presso organizzazioni sportive ed enti (20 CFU) 250 ore (10 CFU) dedicate alla preparazione di una Prova finale (Project work).
Il tirocinio, della durata di almeno quattro mesi, si svolge in strutture quali Scuole Calcio della FIGC, Società Sportive afferenti alla FIPAV e alla FIDAL, e altre organizzazioni sportive identificate dal Comitato Coordinatore del Master.

Google+
© Riproduzione Riservata