• Google+
  • Commenta
21 febbraio 2007

Cassino: Sistemi robotici nel Basso Lazio

Giovedì 22 febbraio 2007, alle ore 15,00, presso l’Aula Magna “Luigi Papa” della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cas

Giovedì 22 febbraio 2007, alle ore 15,00, presso l’Aula Magna “Luigi Papa” della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Cassino, si terrà il Forum sui Sistemi robotici nel Basso Lazio, diretto agli studenti di Ingegneria e ai giovani Ingegneri, con la partecipazione di professionisti e direttori di aziende per la presentazione di esperienze ed opportunità professionali nell’ambito dell’Automazione e della Robotica nel Basso Lazio, con prospettive e attività anche a livello nazionale ed internazionale.

Apriranno il lavori gli interventi del Prof. Giovanni Betta, Preside della Facoltà di Ingegneria e del prof. Francesco Ferrante, Delegato del Rettore ai rapporti con le imprese sul territorio e al job placement. Interverranno anche: l’Ing. Paolo Gioia della KUKA Italia, consigliere SIRI, il Prof. Marco Ceccarelli, direttore del LARM – Laboratorio di Robotica e Meccatronica, l’Ing. Angelo Papa della Sogin, il Dott. Valerio Zoino, consigliere Unione Industriali FR, l’Ing. Marco Caravella della SMC, l’Ing. Giuliano Cozzari, ex Direttore dello Stabilimento FIAT di Cassino. A conclusione della giornata verranno consegnati i premi SIRI e Luigi Papa 2006.

Il Premio in memoria del Prof. Luigi Papa (professore di Meccanica Applicata alle Macchine presso l’Università di Cassino dal 1987 al 1997) ha la finalità di promuovere la conoscenza della meccanica e delle tematiche dell’ingegneria meccanica connesse con la robotica e l’automazione. Il Premio SIRI – Associazione Italiana di Robotica e Automazione – è dedicato a tesi di Dottorato di ricerca di alta qualità su temi di robotica, discusse negli ultimi 3 anni a partire dal mese di ottobre 2003 incluso.

La giornata di studi è stata organizzata dal LARM, le cui finalità sono lo sviluppo di esperienze e conoscenze per la formazione, la ricerca e la consulenza tecnico-scientifica nei settori dell’automazione e della robotica nell’ambito della ingegneria meccanica. L’attività è orientata a formare Ingegneri in grado di affrontare l’innovazione e problemi di nuova individuazione, senza tralasciare l’interesse per le tecniche tradizionali dell’ingegneria meccanica.

Google+
© Riproduzione Riservata