• Google+
  • Commenta
15 febbraio 2007

Le comunità montane di Camerino, si certificano ISO 14001 con il supporto dell’ Università

“Sistemi di gestione per il governo e lo sviluppo sostenibile del territorio montano” è il tema al centro dell’incontro promosso, per vene

“Sistemi di gestione per il governo e lo sviluppo sostenibile del territorio montano” è il tema al centro dell’incontro promosso, per venerdì 16 febbraio nell’Aula Arangio Ruiz del Palazzo Ducale, dall’Università di Camerino in collaborazione con le Comunità Montane di Camerino, delle Alte Valli del Potenza e dell’Esino, dei Monti Azzurri e con il Gal Sibilla.

“Le tre Comunità Montane dell’alto maceratese – sottolinea il Prof. Carlo Francalancia, docente Unicam e Direttore del Centro Ricerca Ambiente dell’Ateneo camerte – nella consapevolezza di essere deputate a “governare” il territorio e a gestire l’erogazione dei servizi territoriali, hanno deciso di certificarsi per poter disporre di un’efficace strumento interno di gestione ambientale ed attuare una migliore comunicazione verso l’esterno finalizzata alla promozione del territorio e delle sue attività. Per ottenere questo risultato – prosegue il Prof. Francalancia – i tre Enti, con il supporto del Centro Ricerca Ambiente dell’Università di Camerino, hanno svolto un’analisi ambientale iniziale territoriale che ha permesso di identificare le problematiche ambientali e i principali fattori di pressione sul territorio. Successivamente hanno proseguito con la progettazione del Sistema di Gestione Ambientale che ha condotto all’ottenimento della Certificazione secondo la norma internazionale ISO 14001”.

Fra i relatori i Presidenti delle tre Comunità Montane, Luigi Gentilucci, Claudio Mazzalupi e Giampiero Feliciotti, il Direttore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Alfredo Fermanelli, il Direttore dell’Arpam, Gisberto Paoloni, il Presidente dell’Uncem Regionale, M. Assunta Paci, l’Assessore della Regione Marche, Pietro Marcolini, il Presidente della Camera di Commercio di Macerata, Giuliano Bianchi e Orietta Varnelli della Distilleria Varnelli S.p.A.. Il convegno, che prenderà il via alle ore 9.30, prevede tre sessioni di lavoro: il dibattito del mattino, coordinato dal Prof. Carlo Francalancia, il dibattito e una tavola rotonda nel pomeriggio, coordinati dal Prorettore Unicam, Prof.ssa Gloria Cristalli.

“I numerosi esperti, amministratori ed operatori pubblici e privati che interverranno al convegno – prosegue il Prof. Francalancia – metteranno a confronto le proprie esperienze in tema di certificazione per evidenziare che si tratta di uno strumento fondamentale per implementare strategie di sviluppo del territorio, compatibili con la sua vocazione naturale, con le sue peculiarità e specificità”.

Google+
© Riproduzione Riservata