• Google+
  • Commenta
13 febbraio 2007

Le supernovae hanno ragione

Sono stelle che al termine dell’evoluzione esplodono, divenendo in pochi secondi miliardi di volte più luminose del Sole, e ora sappiamo

Sono stelle che al termine dell’evoluzione esplodono, divenendo in pochi secondi miliardi di volte più luminose del Sole, e ora sappiamo che sono anche affidabili. Parliamo delle supernovae e a garantire sulla loro affidabilità è un gruppo di ricerca formato da astronomi tedeschi e da due italiani: Stefano Benetti e Paolo Mazzali dell’INAF, l’Istituto Nazionale di Astrofisica. Il loro studio ha dimostrato che le supernovae di tipo Ia esplodono tutte allo stesso modo, seguendo cioè lo stesso meccanismo, confermando così quella che finora era solo un’ipotesi. E così acquistano maggiore affidabilità anche i dati ottenuti studiandole, in particolare quei dati dai quali si era dedotto che l’Universo si sta espandendo sempre più velocemente. Paolo Mazzali sottolinea quest’ultimo aspetto oltre a ricordare l’emozione della scoperta:

“Io non sono convinto che senza le supernovae l’accelerazione dell’Universo sarebbe stata veramente scoperta e difesa con la forza con cui è stata difesa. Le supernovae sono state fondamentali ma finora ci si fidava ciecamente dei dati ottenuti studiandole. Penso che adesso, sapendo che cosa succede, la fiducia che possiamo avere nei risultati che otteniamo dalle supernovae sia molto maggiore.…Io ricordo ancora di quando ero seduto davanti al computer guardando che cosa stava venendo fuori, per poi rimanere allibito di fronte alla pulizia dei risultati ed essere costretto a ripensare ai miei stessi pregiudizi perché non potevo ignorare quello che i numeri che io stesso avevo generato mi stavano dicendo. Questo è uno di quei momenti che non capitano spesso nella vita di uno scienziato.”

Google+
© Riproduzione Riservata