• Google+
  • Commenta
12 febbraio 2007

Mensa Pisana: tra un cibo e l’altro capelli ed insetti

Mangiare alla mensa centrale universitaria dell’ateneo pisano in via dei Martiri è diventata una caccia all’anomalia: un’indagine condo

Mangiare alla mensa centrale universitaria dell’ateneo pisano in via dei Martiri è diventata una caccia all’anomalia: un’indagine condotta tra il 2005 ed il 2006 ha portato alla luce le scandalose vicende di cui sono state vittime gli studenti alle prese con un servizio di ristorazione alquanto poco igienico.
Peli, capelli e addirittura insetti nelle pietanze servite, per non parlare dei cibi andati a male, dei formaggi scaduti o della carne avariata, il tutto accompagnato da un servizio poco cortese di un personale maleducato.
Grande preoccupazione dunque da parte della Commissione di controllo sulla qualità ed i servizi dell’Arsdn sulla mensa, in seguito a diversi malori avvertiti da parte degli studenti avvertiti dopo un pranzo in mensa, la soluzione deve esser imminente e si prevede una maggior attenzione circa la qualità e la provenienza dei prodotti che vadano incontro alle esigenze dei clienti, cercando di fornire un menù adatto anche a coloro che hanno problemi con alimenti contenenti il glutine e prevedendo una tipologia di cibo alternativa.
Tuttavia la città di Pisa mette a disposizione dei suoi universitari tre mense abbinate ai vari atenei, di cui due però hanno destato diverse agitazioni a causa dei malfunzionamenti: oltre alla vicissitudini legate alla componente igienica si aggiungono altre relative alla mensa di via Cameo dove il bar non ha massi aperto, il climatizzatore tocca temperature polari; migliore sorte è toccata infine alla mensa in via Betti dove il servizio è efficiente ed il personale cortese è servizievole.

Google+
© Riproduzione Riservata