• Google+
  • Commenta
22 febbraio 2007

Pisa: 400 mila euro per sostenere gli studenti meritevoli

All´Ateneo 400 mila euro per sostenere gli studenti meritevoli e incentivare le
iscrizioni alle materie scientifiche di base
Assegnati anche 850 miAll´Ateneo 400 mila euro per sostenere gli studenti meritevoli e incentivare le
iscrizioni alle materie scientifiche di base
Assegnati anche 850 mila euro dalla Regione Toscana per attività di formazione

Sono più di 400 mila euro i fondi ministeriali che l´Università di Pisa potrà utilizzare
per sostenere i suoi studenti più meritevoli e per incentivare le iscrizioni alle
materie scientifiche di base. Rispetto alla dotazione degli scorsi anni che era di circa
350 mila euro, l´Ateneo pisano ha ottenuto un finanziamento superiore di oltre 50 mila
euro come riconoscimento per la gestione oculata e virtuosa delle risorse.

La cifra complessiva di 406 mila euro è suddivisa in due diversi capitoli. La parte più
cospicua, pari a 286 mila euro, sarà distribuita alle facoltà per promuovere il sostegno
ai giovani capaci e meritevoli, soprattutto dottorandi, attraverso l´erogazione di
assegni per le attività di tutorato, didattico-integrative, propedeutiche e di recupero.
Gli altri 120 mila euro andranno a incentivare le iscrizioni ai corsi di studio delle
aree disciplinari della chimica, della fisica e della matematica.

L´Università di Pisa ha anche ottenuto un finanziamento di 850 mila euro dalla Regione
Toscana per attività istituzionali relative alla formazione. La somma, messa a
disposizione dal residuo di tre milioni di euro del fondo della programmazione regionale
2003-2006 rivolto alla formazione universitaria, sarà destinata ad azioni di sostegno
sia agli studenti per lo svolgimento di tirocini e stage che ai dottorandi. Il progetto,
che fa riferimento in modo particolare al tema della mobilità, intende da un lato
fornire strumenti per aiutare ad avvicinare gli studenti al mondo del lavoro, agevolando
e rendendo più consapevole e rapido il passaggio dall´università all´impiego, e
dall´altro lato rafforzare il settore della formazione post laurea, soprattutto per
quanto riguarda le fasi di avvio alla ricerca.

“Questi finanziamenti – ha sintetizzato il rettore Marco Pasquali – confermano, come ho
ricordato alcuni giorni fa in uno dei passaggi centrali del discorso di Inaugurazione
dell´Anno Accademico, l´attenzione che l´Università di Pisa riserva alla componente
studentesca e ai differenti livelli del percorso formativo”.

Google+
© Riproduzione Riservata