• Google+
  • Commenta
13 febbraio 2007

Università dell’Aquila: laureati e occupazione

Un’indagine dell’ISTAT, “I Laureati e il mercato del lavoro”, analizza il rapporto tra universitari e mondo del lavoro, prendendo in esame un campioneUn’indagine dell’ISTAT, “I Laureati e il mercato del lavoro”, analizza il rapporto tra universitari e mondo del lavoro, prendendo in esame un campione di studenti laureati nell’anno 2001. I risultati sembrano essere più che positivi per l’Ateneo abruzzese della città dell’Aquila. Più del 60% dei laureati del 2001, infatti, a distanza di 3 anni dal conseguimento della Laurea svolge un lavoro stabile e continuativo, avviato immediatamente dopo la tanto temuta uscita dal mondo universitario. L’Ateneo aquilano compare al secondo posto tra le 20 Università del Centro-Sud, superata in percentuale di laureati con un posto fisso solo dal Politecnico di Bari. Tra le due strutture accademiche c’è però una banale ma sostanziale differenza, in quanto il Politecnico è caratterizzato dalla presenza di una schiacciante maggioranza di Facoltà a carattere tecnico-scientifico, settori notoriamente più ricercati nel mondo del lavoro. Al terzo posto nella classifica dell’ISTAT, dopo Bari e L’Aquila, figura l’Università del Sannio, con un valido 59,7 % di laureati occupati.

Google+
© Riproduzione Riservata