• Google+
  • Commenta
13 febbraio 2007

Venerdì 16 festa per il 50° brevetto dell’università di Udine

Ben 9 brevetti depositati nel 2006 e ulteriori due già nei primi mesi del 2007 hanno permesso all’università di Udine di raggiunge

Ben 9 brevetti depositati nel 2006 e ulteriori due già nei primi mesi del 2007 hanno permesso all’università di Udine di raggiungere il traguardo del 50° brevetto. Un traguardo che sarà festeggiato ad Innovaction, venerdì 16 febbraio, a partire dalle 16. Saranno presenti il rettore Furio Honsell, Fabio Barbone, delegato per la ricerca, Raffaele Testolin, presidente della Commissione brevetti, Cristiana Compagno, delegato per l’innovazione e Manuela Croatto, responsabile della ripartizione ricerca dell’ateneo che presenterà il libro “Chi ricerca trova” che raccoglie le idee dei dottorandi di ricerca. Martine Kriwy presenterà i servizi e i data base brevettali dell’European Patent Office. “All’ateneo friulano – sottolinea Cristiana Compagno, delegata del rettore per l’innovazione tecnologica e imprenditoriale – l’intensità del trasferimento tecnologico, ovvero il rapporto tra i brevetti trasferiti a terzi al fine di sfruttamento commerciale e le domande di tutela, nel 2006 ha superato il 42% all’ateneo friulano, mentre si è fermata al 13% in Italia: segno che i brevetti dell’ateneo friulano non fanno solo curriculum ai professori ma creano calore sul mercato”. Le commercializzazioni sono avvenute per circa il 75% entro anno dal deposito e nel 50% dei casi addirittura entro un mese.

Nello stand istituzionale si svolgeranno numerosi eventi durante le giornate della fiera. Sei gli incontri previsti per sabato 17 febbraio. Si comincia alle 9.15 con l’innovazione in agricoltura: l’Azienda agraria dell’ateneo parlerà di fibre vegetali e nuovi materiali. Alle 11.30 Giorgio Perini, responsabile dell’ufficio di Bruxelles della Regione e Mattia Crosetto, consulente a Bruxelles dell’università di Udine spiegheranno come sfruttare i fondi comunitari. Nel pomeriggio spazio all’innovazione nel settore dei beni culturali. La ricercatrice Marina Rubinich illustrerà il progetto di musealizzazione virtuale delle Grandi Terme di Aquileia, mentre il gruppo di storici dell’arte e informatici del “Lida” spiegherà il progetto di archivio per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali. Due i momenti culturali: alle 15.30 “Innovazione in movimento” a cura di Multiverso della Forum, casa editrice universitaria con gli industrial designers Carlo e Giorgio Gaino e lo storico dell’arte contemporanea Sergio Polano. Alle 16.30, invece, Davide Zoletto introduce “Il vecchio e il nuovo”, conversazione con il filosofo Pier Aldo Rovati, a cura dell’associazione culturale vicino/lontano.

Due appuntamenti da non perdere domenica 18 febbraio. Alle 12 sarà possibile effettuare un test della misura della potenza esplosiva degli arti inferiori con l’impiego dell’ergodinamometro del laboratorio di fisiologia umana del dipartimento di Scienze e tecnologie biomediche insieme agli atleti di bob e al team di hockey sul ghiaccio di serie A Pasut-Aquile-Fvg. Infine, alle 16, Nives Meroi, l’alpinista friulana, unica donna al mondo ad aver raggiunto nove delle 14 vette oltre gli 8 mila, presenta il filmato sulla spedizione himalayana del 2005 durante la quale sono stati compiuti test medico-scientifici da parte dei ricercatori dell’ateneo friulano.

Google+
© Riproduzione Riservata