• Google+
  • Commenta
27 marzo 2007

Arriva la “carta blu” made in Europe

E’ proprio vero che il verde è il colore della speranza: basti pensare, infatti, all’ambita “Green Card” (United States Permanent Resident Ca
E’ proprio vero che il verde è il colore della speranza: basti pensare, infatti, all’ambita “Green Card” (United States Permanent Resident Card), che permette a numerosi immigrati (e ricercatori universitari) di vivere e lavorare negli Stati Uniti. Ecco perché, alla luce anche dell’esperienza americana, ci sembra pregevole l’iniziativa della Commissione Europea, e in particolare del vicepresidente Franco Frattini, responsabile per la Giustizia e le politiche di immigrazione, di promuovere la diffusione di una “Blue Card” – a partire forse da settembre prossimo – volta ad attirare in Europa lavoratori ad alta qualificazione, provenienti ad esempio dall’India, culla di ingegneri ed informatici apprezzati in tutto il mondo. Consapevoli dunque dell’estrema importanza che la ricerca scientifica riveste nelle università, ai fini di un più veloce sviluppo economico di un Paese, possiamo constatare che anche le vie della speranza sono infinite, e soprattutto non solo verdi. “Blue Card docet”!

Google+
© Riproduzione Riservata