• Google+
  • Commenta
17 marzo 2007

Napoli: la pace dai banchi di scuola

A Napoli dal 16 al 20 marzo si terrà una serie di incontri sull’educazione al dialogo per la pace organizzati dall’Osservatorio Euromediter

A Napoli dal 16 al 20 marzo si terrà una serie di incontri sull’educazione al dialogo per la pace organizzati dall’Osservatorio Euromediterraneo e del Mar Nero. Ospiti di primo piano saranno esponenti del centro “Hand in hand”, scuola di educazione ebraica-araba, fondata nel 1997 a Gerusalemme proprio per promuovere la tematica della pacificazione tra gruppi etnici secolarmente opposti, in un punto caldo come la città santa.. Agli incontri saranno presenti personaggi d’eccezione, rappresentanti di culture diverse e magari in genere contrastanti, stavolta fianco a fianco nel dialogo per la pace; in particolare importante sarà la presenza di Neman e Maisaa Bwerat, educatori della scuola “Hand in hand”, testimoni diretti del ruolo del centro d’educazione.
Gli incontri si svolgeranno il 16 nel quadro di Galassia Gutenberg, il 18 in quello di Città della Scienza ed il 20 al teatro Stabile d’Innovazione della Galleria Toledo.
Notevole in questa serie di incontri, il ruolo dell’Università Orientale di Napoli che tra l’altro insieme al Comune di Napoli ed alla Fondazione Idis-Città della Scienza è proprio tra gli organi fondatori del progetto. Scopo fondamentale è promuovere la pace e lo sviluppo nelle zone del mediterraneo e del Mar Nero, sviluppando vincoli concreti di solidarietà tra i cittadini napoletani e le popolazioni di quest’aria. Perché le novità dei più sviluppati si possano trasmettere a tutti.

Per maggiori informazioni e per il programma dell’evento:
http://www.mediterraneomarnero.it

Google+
© Riproduzione Riservata