• Google+
  • Commenta
21 marzo 2007

Padova: Gabriele Vacis, dalla tragedia greca al Racconto del Vajont

Per presentare Gabriele Vacis si potrebbe usare l’etichetta “regista di teatro” ma non è tutto, non spiega pienamente l’universo creato da quesPer presentare Gabriele Vacis si potrebbe usare l’etichetta “regista di teatro” ma non è tutto, non spiega pienamente l’universo creato da questo autore. Il teatro, nelle sue mani, è andato oltre: è diventato un mezzo per spaziare in tempi e luoghi diversi ma soprattutto è diventato un esempio di impegno civile e di interesse per l’attualità.
A testimonianza di tutto questo basta ricordare “Sette contro Tebe”, un adattamento della tragedia greca di Eschilo o “La storia di Romeo e Giulietta” di Shakespeare o ancora “La trilogia della villeggiatura” di Carlo Goldoni. Vacis non si è accontentato solo della letteratura antica e moderna: il suo curriculum vanta collaborazioni con Alessandro Baricco del quale ha portato in scena il monologo “Novecento”, e con Marco Paolini; con quest’ultimo ha realizzato uno dei suoi lavori più conosciuti, “Racconto del Vajont”, che affronta la tragedia causata dalla negligenza umana nella costruzione della diga nella valle del Vajont.
Un incontro importante, quindi, quello di giovedì 22 marzo alle ore 17 in Aula Nievo di Palazzo del Bo. Il regista parlerà del suo percorso lavorativo che ha saputo espandersi senza confini di spazio né di tempo, andando dalla tragedia greca al Racconto del Vajont.

Google+
© Riproduzione Riservata