• Google+
  • Commenta
14 marzo 2007

Pieter Lagrou parla di memoria al Teatro Ruzzante

L’importanza di possedere una memoria nazionale, che consiste nella raccolta di tutte le informazioni sulla vita politica, economica, scientifica e
L’importanza di possedere una memoria nazionale, che consiste nella raccolta di tutte le informazioni sulla vita politica, economica, scientifica e culturale di un paese, è oggi un elemento cruciale per definire l’identità di un popolo.
Per le generazioni future sarà poi ancora più importante difendere e al tempo stesso condividere questo patrimonio storico nell’ipotesi di futuri allargamenti dei confini politici o geografici del proprio paese.
Studiarne poi le modificazioni temporali, la diversa stratificazione nel corpo sociale di una nazione o progettare la “politica della memoria” che stabilisca criteri e responsabilità nella raccolta delle informazioni da conservare saranno le vere sfide per il futuro.
Venerdì 16 marzo, ore 9.45, al Teatro Ruzzante (Riviera Tito Livio, 45) Pieter Lagrou, uno dei più giovani e brillanti docenti di Storia europea comparata all’Università di Bruxelles, parlerà di una particolare memoria, quella della guerra, in nazioni come Francia, Olanda e Belgio in una conferenza dal titolo “Memorie europee, storie europee”.
La giornata di studi è organizzata dai Dipartimenti di Studi Storici-Politici e Internazionali dell’Università di Padova nell’ambito del seminario “Forme e politiche della memoria in Europa nel secondo dopoguerra” coordinato da Filippo Focardi e Bruno Groppo dell’Ateneo patavino.

Google+
© Riproduzione Riservata