• Google+
  • Commenta
28 giugno 2007

Neolaureati sempre più in crisi

I dati ricavati dalle statistiche parlano chiaro: le difficoltà che trovano i neolaureati per quanto riguarda l’ inserimento nel mondo del

I dati ricavati dalle statistiche parlano chiaro: le difficoltà che trovano i neolaureati per quanto riguarda l’ inserimento nel mondo del lavoro sono enormi. Addirittura questi non beneficiano della ripresa economica del Paese. E’ in particolare la IV Indagine AlmaLAurea sulla condizione occupazionale dei laureati, a mostrare tutte le problematiche della futura classe dirigente: livelli retributivi bassissimi e contratti sempre meno stabili.
Per il Ministro dell’ Università e Ricerca, Fabio Mussi, la situazione non è da sottovalutare: “ Allo stato attuale pare che il mercato del lavoro in Italia sia composto in minima parte dagli intellettuali. I laureati disoccupati sono tantissimi. Bisognerebbe – ha proseguito il ministro – seguire meglio la domanda di lavoro che viene dal mondo della produzione, e preparare percorsi di formazione più adeguati ”. Intanto, stando alle parole del ministro, a settembre sarà emanato un decreto per ridurre le classi di laurea, per evitare l’ eccessiva frammentazione dei corsi.
I dati della ricerca AlmaLaurea rappresentano per Fabio Mussi “ una vera scossa ai poteri economici e politici. Nella pubblica amministrazione si instaura spesso e volentieri una sorta di sudditanza fra chi lavora e chi ha favorito l’ inserimento lavorativo ”.

Google+
© Riproduzione Riservata