• Google+
  • Commenta
19 giugno 2007

Teramo: tesi di specializzazione del master in manager della filiera cerealicola

Domani, mercoledì 20 giugno, alle ore 15.00, presso la Facoltà di Agraria a Mosciano Sant’Angelo, gli studenti del Master universitario Domani, mercoledì 20 giugno, alle ore 15.00, presso la Facoltà di Agraria a Mosciano Sant’Angelo, gli studenti del Master universitario di primo livello in Manager della filiera cerealicola, coordinato da Michele Pisante, discuteranno le tesi di specializzazione.
Le tesi, che sono state elaborate dopo un periodo di tirocinio in aziende di richiamo nazionale, riguarderanno temi di spiccato interesse per la filiera cerealicola: dall’applicazione di tecnologie a basso impatto ambientale agli aspetti nutrizionali dei prodotti cerealicoli, dalla tracciabilità di filiera al mercato internazionale dei cereali.
Il Master universitario di primo livello in Manager della filiera cerealicola è un’iniziativa didattica unica in Italia, promossa dalla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Teramo e cofinanziata dal Fondo Sociale Europeo, dal Ministero del Lavoro e dalla Regione Abruzzo. Sono partner del Master il pastificio abruzzese Cocco, l’azienda Molino Alimonti, leader in Italia per la prima trasformazione dei cereali e il Cra, ente di riferimento nazionale nel settore cerealicolo.
Il Master, che conferisce sessanta crediti formativi, è articolato in tre moduli: Gestione della cerealicoltura nel suo ecosistema; Trasformazione industriale e valorizzazione alimentare; Commercializzazione, legislazione e comunicazione.
Questo l’elenco degli specializzandi – con le rispettive tesi – che conseguiranno domani il diploma del Master in Manager della filiera cerealicola:
Luigi Barlafante: Applicazione della Visual Soil Assessment su frumento coltivato secondo lavorazione tradizionale e no-tillage; Severino Belleggia: Tecniche di semina a basso impatto ambientale per i cereali autunno-vernini nella regione Marche; Luigi Calmo: Condizionalità ambientale e riferimento alla direttiva nitrati nella Regione Siciliana; Sebastiano D’Avola: Condizionalità e buone condizioni agronomiche e ambientali nella cerealicoltura della Regione Sicilia; Nazario D’Errico: Il contratto di filiera per la valorizzazione mercantile delle produzioni di grano duro nazionale; Flaviano Di Giovanpietro: Intensificazione ecologica dei sistemi di produzione cerealicoli; Nicola Lucci: Mais: coltura per alimentazione umana-zootecnica-agroenergetica; Tonio Marrone: Confronto dei parametri nutrizionali di pasta biologica e tradizionale; Michele Monteleone: La qualità parte dal seme: i controlli in campo e la selezione meccanica del grano da seme; Carlo Massimo Rabottini: Tracciabilità di filiera al servizio del consumatore?; Stefano Speca: Valutazione bioagronomica, qualitativa e nutrizionale di cereali minori ottenuti da agricoltura biologica; Giovanni Aruffo: Il mercato internazionale dei cereali: uso dei contratti futures e andamento dei prezzi; Maria De Maria: Espressione eterologa in E.Coli e purificazione di una fisofolipasi A2 di secrezione (sPLA2) di frumento duro; Nicola Casolani: Caratteristiche agronomiche, tecnologiche e nutrizionali del Fonio (Digitarie exilis).

Google+
© Riproduzione Riservata