• Google+
  • Commenta
11 luglio 2007

Pisa: la professoressa Giovannetti eletta nuovo preside della facoltà di Agraria

La professoressa Manuela Giovannetti è il nuovo preside della facoltà di Agraria. La professoressa è stata eletta alla prima votaLa professoressa Manuela Giovannetti è il nuovo preside della facoltà di Agraria. La professoressa è stata eletta alla prima votazione, che si è tenuta martedì 10 luglio, riportando 63 preferenze su 80 votanti (79%). Le schede nulle sono state 8 e quelle bianche 9. È la prima donna preside della facoltà di Agraria, la più antica del mondo, essendo stata fondata nel 1840 dal Marchese Cosimo Ridolfi.
Laureata in Scienze agrarie, Manuela Giovannetti si è specializzata in Inghilterra nel settore della Microbiologia. Attualmente è ordinario di Microbiologia agraria all´Università di Pisa, coordinatore della Banca Europea del Germoplasma IBG e delegato nazionale MiUR per il Programma Europeo COST Action 870 “From production to application of arbuscular mycorrhizal fungi in agricultural systems: a multidisciplinary approach” (2006-2011). Dal 1999 al 2002 è stata direttore del Centro di studio per la microbiologia del suolo del CNR di Pisa; dal 1998 al 2005 delegato nazionale MIUR per il Programma Europeo COST Action 8.38.
È stata anche responsabile di diversi progetti di ricerca europei ed è “referee” di numerose riviste scientifiche internazionali. È “scientific advisor” per enti di ricerca internazionali come Scottish Agricultural College (SAC), Natural Sciences and Engineering Research Council of Canada (NSERC), University of Minnesota, e membro dell´Editorial board di quattro riviste scientifiche internazionali. Ha svolto ricerca in numerosi paesi europei come visiting scientist. Ha pubblicato oltre 220 lavori scientifici, di cui 66 su riviste internazionali JCR e 11 capitoli in libri scientifici pubblicati da case editrici internazionali. Il suo “Citation Index” è di 1826.
La professoressa Giovannetti svolge attività di ricerca nel campo della conservazione delle risorse genetiche di microrganismi benefici del suolo, dell’impatto ambientale di organismi geneticamente modificati e dello studio della diversità genetica e funzionale in ecosistemi Mediterranei.

Google+
© Riproduzione Riservata