• Google+
  • Commenta
11 luglio 2007

Programmazione come risorsa: seminario all’Università Mediterranea

Si è tenuto ieri, 10 luglio, alle ore 15.00, il seminario “Per una programmazione della Mediterranea”. Allo svolgimento dello stesso l’universiSi è tenuto ieri, 10 luglio, alle ore 15.00, il seminario “Per una programmazione della Mediterranea”. Allo svolgimento dello stesso l’università reggina ha opportunamente destinato l’Aula Magna di ateneo. Opportunamente in quanto il seminario, aperto a tutti i componenti della comunità accademica, ha trattato della futura attività dell’Università Mediterranea e della programmazione della stessa. Intendendo come programmazione non una sterile attività burocratica, ma un progetto condiviso perché realizzato con la collaborazione di tutte le componenti coinvolte nella vita universitaria.
Non è stato solo questo, però, il tema discusso dal momento che una parte rilevante del seminario è stata dedicata alla presentazione di dati volti a chiarire ai presenti le passate attività dell’ateneo e la sua attuale collocazione all’interno del variegato panorama universitario italiano.
Hanno relazionato Giuseppe Cogliandro, presidente del Nucleo di Valutazione Interna, e Giuseppe Catalano, esperto di valutazione del sistema universitario.
Da rimarcare l’invito del Rettore, Prof. Massimo Giovannini, alla considerazione dell’importanza della programmazione quale “preciso piano di attuazione che analizzi, come prima cosa, le nostre potenzialità ma anche le nostre criticità”. La presenza sia di docenti che di personale amministrativo è stata apprezzabile.

Google+
© Riproduzione Riservata