• Google+
  • Commenta
20 settembre 2007

Roma: Due giorni per fotografare la precarietà

Due giorni per dare un volto alla precarietà. Due giorni per fermare come in un’istantanea fotografica il momento in un cui al moderno con

Due giorni per dare un volto alla precarietà. Due giorni per fermare come in un’istantanea fotografica il momento in un cui al moderno concetto di flessibilità si sostituisce l’altrettanto moderno spauracchio della precarietà lavorativa. Il 27 e 28 settembre prossimi la facoltà di Scienze della comunicazione della Sapienza di Roma organizza su questo tema una due giorni di incontri e convegni, con lo scopo di stimolare e approfondire la discussione sul tema della flessibilità del lavoro e della vita, con uno sguardo che parte dall’Italia per assumere un respiro europeo. Il convegno, ospitato dal centro congressi della facoltà, si ripropone di individuare la soglia aldilà della quale la a quanto pare inevitabile flessibilità diventa precarietà.
All’appuntamento sono attesi esperti italiani e stranieri, rappresentanti delle istituzioni, esponenti delle organizzazioni di categoria e sindacati, che illustreranno come alcuni dei principali paesi europei affrontano la moderna realtà del mondo del lavoro.
In particolare durante la seconda giornata del convegno, il prossimo 28 settembre, la facoltà ospiterà il meeting annuale dello “European network on regional labour market monitoring”, incentrato sulla flessibilità del mercato del lavoro in una prospettiva regionale.
Per saperne di più sul regional labour market monitoring potete dare un occhiata al sito ufficiale (in inglese) www.regionallabourmarketmonitoring.net.

Google+
© Riproduzione Riservata