• Google+
  • Commenta
2 settembre 2007

Unict: Accordo fra Università e Calcio Catania

Dal prossimo primo dicembre venti studenti dell’Università etnea saranno impiegati come “steward” durante gli incontri del campionato di serie Dal prossimo primo dicembre venti studenti dell’Università etnea saranno impiegati come “steward” durante gli incontri del campionato di serie A che si terranno allo stadio “Angelo Massimino”. È quanto prevede il protocollo d’intesa biennale fra l’Ateneo, il Calcio Catania e il Cus (Centro universitario sportivo) Catania, che è stato sottoscritto ieri mattina nel Palazzo centrale dell’Università, dal Rettore Antonino Recca, dall’amministratore delegato della società etnea Pietro Lo Monaco e dal presidente del Cus Luca Di Mauro, in presenza del direttore amministrativo dell’Università Federico Portoghese. «Noi ci auguriamo – ha detto il rettore – che lo stadio possa diventare sempre più simile ad un teatro, dove il pubblico può godersi un sano spettacolo sportivo in un clima di pace e serenità. Con questo progetto, che vedrà alcuni studenti universitari delle nostre facoltà impegnati a garantire il corretto ed ordinato svolgimento delle manifestazioni, diamo un nostro primo contributo in questo senso e offriamo pertanto ai nostri studenti l’opportunità di divenire promotori di questo principio. Al tempo stesso potranno anche fare un’esperienza concreta d’integrazione e socializzazione a contatto con i giovani di tutte le parti della città, che ogni domenica si ritrovano al “Cibali” uniti dall’amore per il Catania». Il programma di collaborazione siglato ieri si concretizzerà in una serie di interventi che, utilizzando il patrimonio di conoscenze e professionalità ed esperienze dei tre soggetti partner, consentiranno la promozione e lo sviluppo della pratica sportiva e delle conoscenze e delle tecniche al servizio dello sport, anche attraverso lo scambio di servizi. I tre soggetti sottoscrittori hanno infatti ribadito il proprio interesse istituzionale, ciascuno nell’ambito delle proprie competenze, a promuovere lo sviluppo e la diffusione dello sport nel territorio della città agatina, attraverso un sistema sinergico di iniziative e attività. «Dopo tanti messaggi negativi legati allo sport – ha aggiunto il presidente del Cus, Di Mauro – è giusto che dalle istituzioni culturali parta un messaggio positivo in questa direzione, per ribadire il concetto che cultura e sport possono e devono camminare fianco a fianco». Ecco, in sintesi i punti principali del protocollo: Attraverso specifici accordi attuativi, da stipulare almeno 30 giorni prima dell’inizio di ogni campionato, il Calcio Catania si avvarrà della collaborazione di alcuni steward scelti tra studenti universitari etnei, debitamente selezionati dall’Ateneo sulla base di criteri compatibili con i requisiti e con le modalità di selezione stabiliti dalla normativa vigente. In particolare, per la stagione agonistica 2007/2008, a partire dal 1° dicembre 2007, il Calcio Catania impiegherà 20 steward universitari nei settori Tribuna A e Tribuna Elite dello stadio. La società provvederà a sue spese allo svolgimento dei necessari corsi di formazione e inoltre garantirà le spese di pasto agli steward in servizio nelle partite del campionato, fornendo loro anche la dotazione tecnica necessaria e, più specificatamente, la divisa ufficiale sulla quale verrà apposto il logo dell’Università di Catania; comunicherà, infine, prima dell’inizio delle partite disputate in casa e durante l’intervallo delle stesse, la presenza degli steward dell’Ateneo etneo. Per l’attuazione dei suoi programmi di diffusione del gioco del calcio ed eventualmente di altre pratiche sportive, competitive e non, il Calcio Catania potrà utilizzare le strutture di proprietà dell’Università gestite dal CUS, d’intesa con quest’ultimo e senza creare disagio per gli utenti ordinari, sulla base di programmi annuali concordati con appositi protocolli. In tali manifestazioni, potranno anche essere eventualmente coinvolti studenti e tecnici del Centro universitario sportivo etneo. Inoltre l’Università organizzerà, con il coinvolgimento del Calcio Catania, attività di stage per gli studenti dei corsi di laurea di I e II livello, dottorati di ricerca, scuole o corsi di perfezionamento e specializzazione, da regolarsi mediante apposito accordo attuativo. E ancora, il Calcio Catania concede all’Università la possibilità di sottoscrivere pacchetti di abbonamenti allo stadio Angelo Massimino per le partite del campionato di calcio del Catania da destinare agli studenti e al personale universitario con pagamenti facilitati e, eventualmente, scontati. Le quantità ed i settori dell’impianto dove sono concessi gli abbonamenti saranno concordati di volta in volta, con apposito accordo attuativo, fra l’Università e il Calcio Catania. Infine il Calcio Catania manifesta la sua disponibilità ad avvalersi dei servizi tipografici ed editoriali dell’Università di Catania sulla base di appositi accordi attuativi, che potranno stipularsi anche con riferimento ad iniziative di merchandising comuni tra il Calcio Catania e l’Ateneo.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy