• Google+
  • Commenta
2 ottobre 2007

Bocconi supera Harvard

No non è un errore di stampa, finalmente anche l’Italia può levarsi qualche soddisfazione nei confronti delle blasonate e carissime univNo non è un errore di stampa, finalmente anche l’Italia può levarsi qualche soddisfazione nei confronti delle blasonate e carissime università americane. La notizia è stata pubblicata dal prestigioso Wall Street Journal sui migliori Mba (Master in business administration) del mondo e a sorpresa l’univesità milanese si è classificata al diciassettesimo posto, guadagnando ben quattro posizioni in un anno. Un risultato di grande prestigio e rilievo che è stato accolto con grande favore dal rettore dell’università meneghina Alberto Grando “il dato realmente importante è la continua presenza del nostro programma in posizioni lusinghiere all’interno di classifiche che utilizzano parametri diversi. Il nostro Mba si conferma, così, un programma davvero completo” Nella classifica americana, il primo posto è assegnato alla spagnola Esade, seguita dalla svizzera Imd e dall’inglese London Business School. Al quarto posto c’è la messicana Ipade e al quinto il prestigioso Mit statunitense, continuando a sbirciare la classifica ci si rende conto che non solo un nome come Harvard si trova alle spalle della Bocconi, ma anche università come Oxford o Stanford segnano il passo. Come si sa queste classifiche lasciano il tempo che trovano, il Financial Time qualche giorno fa ne ha pubblicata un’altra sullo stesso tema con risultati completamente stravolti, utilizzando parametri diversi da quelli scelti dai loro colleghi americani.
Resta il fatto che sia nella classifica del Wall Strett Journal che del Finacial Times la Bocconi guadagna posizioni rispetto all’anno scorso, segno di un miglioramento e di una eccellenza finalmente tutta italiana.

Google+
© Riproduzione Riservata