• Google+
  • Commenta
31 ottobre 2007

I cinesi studiano l’Orto Botanico dell’Università di Padova

Ieri una delegazione cinese ha fatto visita all’Orto Botanico di Padova, il più antico orto botanico del mondo. Facevano parte della delega

Ieri una delegazione cinese ha fatto visita all’Orto Botanico di Padova, il più antico orto botanico del mondo. Facevano parte della delegazione cinque membri dell’Accademia Cinese delle Scienze (Sezione di Shanghai), tra cui il direttore e il vicedirettore dell’Istituto di Fisiologia ed Ecologia vegetale, e quattro membri della Shanghai Landscape and Forestry Administration, tra cui il direttore e il vicedirettore. Obiettivo della visita è quello di acquisire conoscenze e esperienze da utilizzare ai fini della costruzione del nuovo Orto botanico di Shanghai.
Nel corso dell’incontro la prof.ssa Elsa Cappelletti, Prefetto dell’Orto botanico padovano, ha illustrato come sia possibile conciliare l’esigenza di conservazione del patrimonio storico con l’esigenza di aggiornamento richiesto dal progresso delle discipline botaniche e dalle problematiche emergenti come la conservazione della biodiversità.
L’Orto botanico dell’Università di Padova fu fondato nel 1545 come Horto medicinale annesso allo Studio patavino. Da subito ha esercitato una profonda influenza nell’ambiente scientifico, sia nazionale che europeo, ed è stato al centro di una fitta rete di relazioni internazionali, con intensi scambi di piante, semi e di materiale scientifico di ogni tipo.
Quello di Padova, come detto, è il più antico Orto botanico del mondo che abbia conservato l’ubicazione originaria e anche, praticamente inalterata, la sua originaria struttura. Ha inoltre sempre mantenuto le sue funzioni di centro di ricerca scientifica e di strumento didattico. In considerazione della rilevante attività culturale svolta ininterrottamente per quasi mezzo millennio, nel 1997 l’Orto botanico di Padova é stato iscritto nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.
Questa la motivazione del prestigioso riconoscimento: “Il giardino botanico di Padova è all’origine di tutti i giardini botanici del mondo e rappresenta la culla della scienza, degli scambi scientifici e della comprensione delle relazioni tra la natura e la cultura. Ha largamente contribuito al progresso di numerose discipline scientifiche moderne e segnatamente della botanica, medicina, chimica, ecologia e farmacia”.
Quello di Padova sarà l’unico orto botanico italiano che la delegazione visiterà: il tour europeo prevede inoltre tre giardini inglesi (Royal Botanic Gardens di Kew, il giardino della Royal Horticultural Society a Wisley e l’Orto botanico di Edimburgo), due francesi (Parigi e Nancy) e quello delle Canarie.

Google+
© Riproduzione Riservata