• Google+
  • Commenta
16 ottobre 2007

Palermo studia la mafia

Il seminario intitolato “ Il metodo mafioso: dalle mafie tradizionali ai sistemi criminali ” inizierà venerdì 19 ottobre. Il primo i

Il seminario intitolato “ Il metodo mafioso: dalle mafie tradizionali ai sistemi criminali ” inizierà venerdì 19 ottobre. Il primo incontro del ciclo, che prevede sei appuntamenti della durata di quattro ore, verterà sullo studio delle strutture criminali e grazie all’ aiuto di Filippo Beatrice e della docente napoletana Gabriella Gribaudi, sarà possibile mettere a confronto il sistema mafioso con il caso della camorra.
La manifestazione culturale – organizzata grazie all’ ausilio dell’ dell’Università degli Studi di Palermo e dell’ l’Ufficio dei Referenti per la Formazione professionale del Distretto di Palermo del Consiglio Superiore della Magistratura – oltre a far riflettere su una problematica di grande attualità, rappresenterà l’ occasione per sollevare nuovi interrogativi afferenti al tema. Grazie all’ intervento di interlocutori esperti in materia, provenienti da ogni parte di Italia, si riuscirà una volta per tutte ad analizzare il fenomeno mafioso da un punto di vista totalmente e finalmente differente da quello che molto spesso i mass media ci impongono.
Gli incontri successivi a quello di venerdì prossimo si avranno il 26 ottobre ( I traffici internazionali della Sacra Corona Unita ), l’ 8 novembre (La ‘Ndrangheta come ordinamento giuridico illegale ), il 12 novembre (Cosa Nostra e le reti criminali ), il 23 novembre ( Criminalità organizzata tra Palermo e New York: un’analisi comparativa ) e il 30 novembre (Poteri violenti e mafie ).
Al termine del ciclo seminariale è prevista una giornata di studio della durata di cinque ore, dove si discuteranno tutte le questioni emerse negli incontri precedenti.
Il pubblico che parteciperà all’ evento ( il seminario è a numero chiuso ) sarà costituito da 70 studenti ( 50 dei quali provenienti dalla facoltà di Scienze della Formazione ) ai quali, al termine dei lavori, saranno riconosciuti 3 crediti formativi, dopo il superamento di una verifica finale. Le iscrizioni al seminario si sono concluse lo scorso 10 ottobre, e dopo aver superato il limite massimo di 70 unità, si è dovuto necessariamente procedere ad una rigida selezione secondo il criterio della media voti.

Google+
© Riproduzione Riservata