• Google+
  • Commenta
16 ottobre 2007

Scenari di guerra, parole di donne

Si chiama Scenari di guerra, parole di donne (il Mulino, 2007) il volume scritto da Patrizia Gabrielli che verrà presentato domani, mercoled&igSi chiama Scenari di guerra, parole di donne (il Mulino, 2007) il volume scritto da Patrizia Gabrielli che verrà presentato domani, mercoledì 17 ottobre alle ore 16 presso la facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo.
Il tema affrontato sono le esperienze di guerra della donne in Toscana, raccontata attraverso le scritture autobiografiche custodite presso l’Archivio diaristico di Pieve Santo Stefano, all’incontro parteciperà anche la scrittrice e giornalista Edgarda Ferri.
Patrizia Gabrielli, docente di Storia contemporanea e Storia delle relazioni di genere presso la facoltà di Arezzo, sceglie la Toscana durante il biennio 1943-1945 per la drammaticità e la violenza degli eventi di cui fu teatro.
Riferendosi alle forme di resistenza civile e ricorrendo agli studi dedicati alla storia di genere, l’autrice rilegge questi difficili anni interrogandosi sulle difficoltà incontrate dalle donne e sulle strategie di resistenza attuate, sulle trasformazioni intervenute nella quotidianità, sulla percezione che esse ebbero della guerra e della violenza.
”Nel biennio 1943-45 – scrive Patrizia Gabrielli – interi nuclei familiari si mobilitano in forme diverse, sono famiglie composte per lo più da madri, spose, sorelle che soffrono per i numerosi disagi materiali, per i legami interrotti, per l’assenza dei propri cari; rotture e difficoltà che la scrittura epistolare sublima, sebbene sempre più irregolare per le inefficienze del servizio postale e dei mezzi di comunicazione”.
Alla presentazione del libro parteciperanno anche Giuseppe Papagno dell’Università di Parma, Massimo Baioni dell’Università di Siena e il preside della facoltà di Lettere e Filosofia di Arezzo Camillo Brezzi.

Google+
© Riproduzione Riservata