• Google+
  • Commenta
2 ottobre 2007

Università “Magna Graecia”: controllo di qualità cardiochirurgico perioperatorio

L’Unità Operativa di Cardiochirurgia, diretta dal Prof. Attilio Renzulli, ha organizzato il quarto appuntamento con i Seminari di Medicina

L’Unità Operativa di Cardiochirurgia, diretta dal Prof. Attilio Renzulli, ha organizzato il quarto appuntamento con i Seminari di Medicina e Chirurgia Cardiovascolare nel quale si affronta il controllo di qualità cardochirurgico perioperatorio. L’incontro è stato patrocinato dall’Università Magna Graecia e dall’Azienda Ospedaliera Mater Domini. Aspetto importante è quello del controllo di qualità intraoperatorio che oltre a correggere eventuali rischi intraopertatori o eventuali patologie non trattate, serve al cardiochirurgo per migliorare le tecniche e i metodi di protezione del cuore, proprio in base ai risultati continui ottenuti nella fase di controllo. Gli argomenti trattati hanno riguardato i markers biochimici, per la diagnosi, la prognosi, il risck assessment e l’indirizzo terapeutico. Il metodo per ottenere i controlli di qualità riguarda la verifica del risultato intraoperatoriamente con l’ecocardiografia intraoperatoria per via transesofagea. Per gli interventi di chirurgia coronarica la funzionalità del by-pass è garantita solo se si riesce a misurare il flusso del by-pass intraoperatoriamente.

Google+
© Riproduzione Riservata