• Google+
  • Commenta
8 novembre 2007

Chi prima arriva meglio alloggia: da oggi vale anche per il cervello!

Mai un celebre detto popolare era stato così veritiero.“Chi prima arriva meglio alloggia”, infatti, è divenuto addirittura il nome d

Mai un celebre detto popolare era stato così veritiero.“Chi prima arriva meglio alloggia”, infatti, è divenuto addirittura il nome di un’innovativa teoria scientifica; dimostrata da una ricerca coordinata da Giorgio Cruccu (Università ‘La Sapienza’ di Roma) e Luis Garcia-Larrea (Università di Lione): “First come, first served”, la rispettiva traduzione in inglese.
La teoria in questione spiega come il dolore venga recepito dal cervello attraverso modalità gerarchiche che sembrano privilegiare il criterio temporale: lo stimolo doloroso giunto per primo alla corteccia cerebrale, infatti, viene classificato come gerarchicamente superiore a quello successivo; seleziona, insomma, i differenti stimoli pervenuti e li classifica – in termini di ‘importanza’ – non in base alla loro intensità, ma in base all’ordine di arrivo.
La scoperta è stata possibile solo grazie alla sperimentazione effettuata su esseri umani, attraverso due stimolatori laser in grado di invertire l’ordine d’arrivo dei segnali al cervello.
I risultati della ricerca hanno meritato un posto in copertina sulla prestigiosa rivista internazionale ‘Pain’, specializzata sul tema del dolore. La tecnica utilizzata in questa ricerca – quella del doppio laser – può aprire la strada verso nuovi importanti orizzonti come una comprensione ulteriormente approfondita della fibromialgia e dell’algodistrofia tipo I.

Google+
© Riproduzione Riservata